Venerdì, 22 Giugno, 2018

Aquarius, Salvini: "Francia chieda scusa e accolga 9mila migranti come promesso"

Migranti, Salvini attacca il Roma Pride: «Sono tutti contro di noi come i sindacati, i giornali, Confindustria, Soros» (VIDEO) L'Opinione delle Libertà
Rufina Vignone | 13 Giugno, 2018, 13:39

Particolarmente difficile quella di persone su un gommone che si è rovesciato facendo finire 40 migranti in mare. "L'Italia ha smesso di chinare il capo e di ubbidire, stavolta c'è chi dice no. Chiudiamo i porti". Io oggi ho parlato con il ministro tedesco Horst Seehofer e posso dire che credo stia nascendo un asse italo-tedesco basato su una parola d'ordine fondamentale: "difendere le frontiere esterne".

Di fronte a questa soluzione Salvini non ha perso tempo e in una conferenza stampa ha rivendicato il raggiungimento del risultato: far arrivare meno immigrati in Italia. "Tra cui numerosissime donne e bambini" e "tutti noi, ahimé, paghiamo l'instabilità portata dai francesi in Libia e a sud della Libia". I flussi continueranno, siamo nella bella stagione e questa linea è difficilmente riproponibile. Conferma l'intenzione di rivedere i costi per l'accoglienza: "Da luglio, con un decreto del ministro, ridurremo il contributo per chi chiede asilo". Poi ha lodato il suo predecessore Marco Minniti, perché "chi ci ha preceduto ha fatto un buon lavoro" e "non siamo qui per smontarlo, se mai per migliorarlo".

"A dispetto del diktat del ministro Salvini, l'amministrazione Accorinti dichiara la sua disponibilità immediata perché la nave "Aquarius "possa attraccare presso il porto cittadino". Cercheremo in questa sede di spostare la riflessione ad un livello maggiore di razionalità, per evitare quelle brutture fondate su video virali o immagini informanti che deviano pericolosamente i pareri delle persone. Di queste, 400 persone sono state recuperato in operazioni effettuate dalla Guardia Costiera e dalla Marina Italiana. La contesa sorta tra il ministro degli Interni Matteo Salvini e il Governo di Malta preoccupava le autorità europee e ha messo a rischio il rispetto dei diritti garantiti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo.

LA DICIOTTI - Intanto oggi a Catania è arrivata un'altra nave carica di migranti, la Diciotti, che ha recuperato 937 persone - e anche due cadaveri - in sette diversi interventi in mare. Come ha segnato in agenda Salvini bisognerà incontrarsi con la Libia e impegnarsi affinché la buona riuscita dell'incontro non significhi bloccare i migranti nei disumani centri di accoglienza libici. "Quindi o diventa solidale o diventa un problema per il Paese". "Schiaffo morale dalla Spagna?".

Chi di certo non ha apprezzato le porte chiuse dell'Italia alla nave Aquarius è l'Unione Europea che ha invece salutato - tramite il commissario europeo Dimitris Avramopoulos - con favore la decisione del governo spagnolo "di permettere a nave Aquarius di sbarcare a Valencia per ragioni umanitarie". "Noi non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione dalle autorità di Malta". E non sappiamo quali siano state le eventuali altre comunicazioni. "Al momento non abbiamo istruzioni specifiche di cosa fare".

Altre Notizie