Venerdì, 22 Giugno, 2018

Francia contro Italia: "posizione su migranti vomitevole"

I migranti trasbordati dall’Aquarius sulla navetta della Guardia Costiera italiana Francia contro Italia: "posizione su migranti vomitevole"
Rufina Vignone | 12 Giugno, 2018, 23:09

Emmanuel Macron parla di "irresponsabilità e cinismo" e Palazzo Chigi reagisce: "L'Italia non può accettare lezioni ipocrite". E dal portavoce di En Marche (partito politico di Macron), "vomitevole".

In una nota Palazzo Chigi respinge al mittente le accuse francesi: "Le dichiarazioni intorno alla vicenda Aquarius che arrivano dalla Francia sono sorprendenti e denunciano una grave mancanza di informazioni su ciò che sta realmente accadendo".

Intanto la Spagna avverte il nostro Paese sulle conseguenze penali delle sue scelte. "Sono portavoce del movimento, non del governo, ma non credo che la Francia non parteciperà alla ricerca di una soluzione umanitaria", ha aggiunto. In mattinata il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli ha invece precisato che "la linea del governo sull'immigrazione è unica e condivisa".

Che coraggio! Fare queste affermazioni nello stesso giorno in cui il ministro degli interni francese proibisce alla Corsica di aprire i suoi porti alla nave alla deriva nel Mediterraneo. La Cedu ha ribadito altre volte che gli Stati contraenti sono in principio liberi di controllare l'ingresso, il soggiorno e l'espulsione degli stranieri. Domani alle 11 Salvini riferirà in Senato su Aquarius. "Questo tema ha il potenziale di danneggiare l'Europa". Un incoraggiamento alla linea del governo arriva dalla California dall'ex deputato grillino Alessandro Di Battista.

"Sono in accordo con Toninelli?" E, proprio qui, c'è una chiave di lettura che rischia di inchiodare l'Italia che avrebbe dovuto accogliere i migranti e, dopo le procedure di rito, procedere con le espulsioni ritenute necessarie.

Chi mi segue sa bene come la penso di Salvini, della Lega e delle loro pulsioni reazionarie e persino fasciste.

Sull'argomento interviene anche il commissario Ue Avramopoulos che si dichiara "impaziente di collaborare con Salvini". "Capisco che da un punto di vista giornalistico si vuole creare sempre la figura del vincitore e di chi comanda".

E tacciano anche i signori e le signore del PD che in Macron hanno sempre visto il loro modello.

"Nessuno si deve permettere di etichettare l'Italia e il governo di essere disumano e xenofobo", tuona poi il ministro cinquestelle. Quindi, che il flusso migratorio provenga dal mare o via terra, rimane attuale la sovranità di ogni singolo paese, a meno che non leda gli impegni che questo ha assunto firmando le convenzioni sovranazionali. "L'immigrazione verrà gestita nella legalità". Si ricorda che due navi italiane si sono occupate del trasbordo dei migranti dall'Aquarius e le stesse li accompagneranno in tutta sicurezza a Valencia.L'Italia ancora una volta si è assunta le sue responsabilità e ha garantito la sicurezza di uomini, donne e bambini mettendo in campo azioni concrete. "Manderemo vedette e navi per portarli verso la Spagna". Stamattina abbiamo mandato viveri, monitorato la situazione dei passeggeri per mettere in sicurezza le donne incinte, ma hanno rifiutato.

Altre Notizie