Venerdì, 22 Giugno, 2018

Donald Trump e Kim jong-un si stanno incontrando a Singapore

G7, tutti contro Trump: «È deprimente» G7: Conte fa ciao con la mano a Trump ma lui lo ignora completamente
Rufina Vignone | 12 Giugno, 2018, 16:40

Da ogni parte, però, si grida al successo. Dopo aver ascoltato il premier canadese Justin Trudeau che prometteva rappresaglie sui dazi, Trump ha deciso di non appoggiare più il comunicato finale del summit appena firmato a Charlevoix, nel Quebec. Si tratta di un tema spinoso, che ha una fortissima risonanza nel'opinione pubblica nipponica e sul quale il leader conservatore ha puntato molto nella sua carriera. Tutto a beneficio dei fotografi con tappeto rosso e bandiere in abbondanza.

Dopo la stretta di mano, Kim Jong-un e Trump hanno avuto un faccia a faccia della durata di circa 45 minuti.

"La nube più scura e più grande che incombe su di noi è il deterioramento della fiducia, scatenato dai tentativi di sfidare il modo in cui il commercio ha sempre funzionato, in cui le relazioni sono state gestitie e in cui le organizzazioni multilaterali hanno operato". "Il Maresciallo coreano ha parlato in inglese: "Nice to meet you Mr. President", piacere di conoscerla signor Presidente". Anche se nel documento congiunto non viene specificato che la denuclearizzazione debba essere "verificabile e irreversibile", come richiesto dagli Stati Uniti prima del vertice di Singapore, Kim ha riaffermato il suo "forte e incrollabile impegno per una completa denuclearizzazione della penisola coreana", da attuare "nella sua totalità" e "molto rapidamente".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. L'hotel ha due suite presidenziali, di cui una con ingresso indipendente, ideale per ospitare i colloqui di alto livello.

Kim Jong-un è arrivato a Singapore a bordo dell'aereo privato di Air China, un Boeing 747-4J6 partito in mattinata da Pyongyang e usato dal governo cinese per il trasporto dei funzionari di governo, incluso il presidente Xi Jinping. Il lussuosissimo Hotel Capella, con camere che hanno un costo tra i 650 e i 10 mila dollari a notte, è stato progettato dall'archistar Norman Foster, è di proprietà di Pontiac Land Group dei fratelli Kwee. "C'erano ostacoli ma li abbiamo superati per esserci".

Il presidente americano ha anche ringraziato i presidenti di Cina, Giappone e Corea del Sud per il "lavoro sodo" fatto per rendere possibile lo storico incontro. Come antipasti cocktail di gamberetti con insalata di avocado, kerabù di mango verde condito con miele di lime e piovra fresca, cetriolo ripieno alla coreana. Sapori orientali e siparietto made in Usa. "Vorrei esprimere gratitudine al presidente Trump per aver fatto accadere questo incontro", ha aggiunto Kim.

Screenshots taken at the same moment on TV in South Korea, China, Japan and North Korea. Bisogna vedere come la si intende questa relazione. Ancora le notizie per la gente di Kim sono merce rara.

"Stiamo avviando un processo", ha detto Trump rispondendo a una domanda su quando inizierà la denuclearizzazione. "Il processo di denuclearizzazione comincerà molto presto", ha assicurato. Lo ha riferito ieri mattina l'agenzia di stampa ufficiale della Corea del Nord, "Korean Central News Agency" ("Kcna"). L'accordo potrebbe essere l'anticamera anche della firma della pace fra le due Coree, mai arrivata dopo la guerra negli anni Cinquanta. Bisogna comunque attendere i passi concreti. Alla riunione, dedicata alla questione del nucleare, hanno preso parte anche il segretario di Stato Mike Pompeo, il capo di gabinetto John Kelly e il consigliere sulla Sicurezza nazionale John Bolton; mentre per la parte nordcoreana, il braccio destro del leader Kim Yong-chol, il ministro degli Esteri Ri Yong-ho e Ri Su-yong, presidente della Commissione diplomatica della Suprema assemblea del popolo.

Altre Notizie