Lunedi, 18 Giugno, 2018

Trump: la Russia dovrebbe rientrare nel G8. Conte: sono d'accordo

G7 Canada G7 Canada: cambiamenti climatici e ambiente sul tavolo dei 7
Rufina Vignone | 11 Giugno, 2018, 13:20

"Il presidente si recherà direttamente a Singapore dal Canada, in vista del suo incontro con il leader Kim Jong-un della Corea del Nord di martedì", ha annunciato la Casa Bianca, precisando che "a rappresentare gli Stati Uniti per il resto delle sessioni del G7 sarà Everett Eissenstat, sherpa del G7 e vice assistente del presidente per gli affari economici internazionali". Dalla Russia ai dazi, dal clima all'Iran. "E' nell'interesse di tutti" - ha twittato il premier Giuseppe Conte. Su questo tema Macron, il cancelliere tedesco Angela Merkel e il premier britannico Theresa May hanno ribadito nei giorni scorsi la volontà di proseguire i rapporti con Teheran e di rispettare l'accordo. "Non vedo l'ora di raddrizzare gli ingiusti accordi commerciali con i paesi del G7". Nel corso dell'incontro, avvenuto quando in Italia era notte, secondo quanto riferiscono fonti della delegazione italiana, Trump ha rivolto a Conte l'invito informale per un nuovo incontro alla Casa Bianca. "Dovremmo avere la Russia al tavolo delle negoziazioni", ha aggiunto il presidente degli Stati Uniti, riferendosi alla posizione che gli altri leader hanno assunto nei confronti di Mosca dal 2014 dopo la crisi legata alla Crimea. "La Russia si concentra su altri formati" commenta freddo il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, in visita in Cina come riporta l'agenzia Ria Novosti.

"Il Canada e i suoi partner del G7 riconoscono l'urgente necessità di accelerare la transizione verso un futuro sostenibile, resiliente e a basse emissioni di carbonio", cita così il Documento pubblico del G7 "Lavorare insieme sui cambiamenti climatici, gli oceani e le energie pulite". Con il presidente Xi Jinping Putin parteciperà tra l'altro al vertice dell'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai (SCO).

La tensione è stata tanto alta che, su proposta del presidente francese Emmanuel Macron, si è svolto un vertice con i leader di Germania, Gran Bretagna, Italia e Ue prima del summit. "Per favore dite al primo ministro Trudeau e al presidente Macron che stanno imponendo agli Stati Uniti dazi massicci e stanno creando barriere non-monetarie". Il surplus commerciale dell'Ue con gli Stati Uniti è di 151 miliardi di dollari e il Canada non accetta i prodotti agricoli e altri beni.

Il 31 luglio verrà rinnovato automaticamente il primo pacchetto di sanzioni economiche imposte dall'Ue alla Russia a meno che uno dei paesi membri non si opponga in sede europea. "Perché questi sei paesi rappresentano dei valori, e rappresentano un mercato economico che ha dietro di sé il peso della storia e che ora è una vera forza internazionale".

Altre Notizie