Venerdì, 22 Giugno, 2018

Conte alla fine del G7: "Raggiunto un accordo sul commercio"

Rufina Vignone | 10 Giugno, 2018, 09:40

Lo dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nella conferenza stampa al termine del G7.

Conte: "Sono d'accordo con il presidente americano".

"Il commercio dovrebbe essere libero da tariffe, barriere e sussidi", ha detto intervenendo a margine del G7, ma i dazi devono cadere per tutti.

A questo punto torna l'incertezza tra i Paesi del G7, che nei due giorni di vertice avevano raggiunto un'intesa precaria per combattere il protezionismo e riformare il commercio mondiale. "Quindi abbiamo tutti convenuto che lavoreremo in questa direzione". "Non possiamo andare avanti con una situazione in cui gli Stati Uniti sono il salvadanaio da cui tutti rubano", ha aggiunto riferendosi agli squilibri commerciali degli Usa anche verso i Paesi alleati. Il discorso si era allargato anche ai partner americani: "Il Canada non riesce a credere a quello che ha ottenuto". Trump che rilancia duro: "La Ue è stata brutale nei confronti degli Stati Uniti e i suoi leader lo sanno".

Per quanto riguarda la Russia, "l'Italia è portatrice di una posizione di dialogo".

Sulla posizione russa c'è da sototlineare un mezzo "pasticcio" italiano, con Conte che prima apre al reintegro della nazione dell'est Europa, per poi fare ritorno sui suoi passi in serata, con fonti da Palazzo Chigi che spiegano che "non c'è stata nessuna retromarcia da parte dell'Italia rispetto alla volontà di sostenere la prospettiva di un ritorno della Russia nel G8".

Donald Trump ha lasciato in anticipo il G7 per partire per quella che lui definisce "una missione di pace", tesa ad assicurarsi la denuclearizzazione della Corea del Nord nel vertice di Singapore con Kim Jong-un in programma martedì. Nel rispondere alle domande dei giornalisti, Trump ha sottolineato come l'incontro con il leader nordcoreano sia "letteralmente un territorio inesplorato". Un'opportunità, ha ammonito, "che non gli sarà data una seconda volta". I sospetti che sull'aereo possa esserci Kim sono rafforzati dal fatto che si tratta di Boeing 747-4J6, mezzo privato usato dal governo cinese per il trasporto dei funzionari di alto livello, incluso il presidente Xi Jinping.

Altre Notizie