Lunedi, 18 Giugno, 2018

È morto Gino Santercole, nipote di Celentano. Scrisse brani famosi

Addio a Gino Santercole, è morto l'autore di E’ morto Gino Santercole, autore dei successi di Celentano
Zaira Scannapieco | 09 Giugno, 2018, 21:52

Era nipote di Adriano Celentano, benché quasi coetaneo. Scrisse le musiche di canzoni come "Una carezza in un pugno", "Svalutation", "Straordinariamente", "Un bimbo sul leone".

A partire dal 1969 lavora con registi come Pietro Germi, Dino Risi, Giuliano Montaldo, Luigi Comencini, Luciano Salce, Mario Monicelli e altri, in ruoli principali e secondari. Così, alla fine degli anni 70, cala però l'ombra della depressione: divorzia dalla moglie, e si allontana anche dalla coppia Celentano-Mori, che tanto significava per lui. Si è spento la notte scorsa, all'età di 77 anni per un arresto cardiaco, Gino Santercole. Si allontana dalle scene in un periodo di totale silenzio stampa. Alla carriera di cantante, musicista e compositore (anche di colonne sonore), Santercole affianca la carriera di attore. La notizia è stata confermata dalla famiglia. Santercole aveva 77 anni.

Santercole, nato a Milano nel 1940 da Rosa, sorella di Celentano, crebbe nella celebre via Gluck.

Nel 1964 il debutto come cantante solista e nel 1966 partecipa al Festival di Sanremo dove presenta con Celentano "Il ragazzo della via Gluck", pezzo che poi rimarrà nella storia. Una parentela rafforzata negli anni '60 dopo avere sposato Anna Moroni, sorella di Claudia Mori, diventando perciò cognato dello zio.

Altre Notizie