Giovedi, 21 Giugno, 2018

Conte debutta al G7, da Roma Salvini detta la linea sui dazi

Il Canada pronto a legalizzare la marijuana Il Canada pronto a legalizzare la marijuana
Rufina Vignone | 09 Giugno, 2018, 00:43

"Perché stiamo per tenere un meeting senza la Russia?"

E da Roma Matteo Salvini detta la linea e smarca l'Italia dall'Ue sulla contrarietà totale ai dazi imposti da Donald Trump: "Le politiche commerciali - afferma il vicepremier - vanno ristudiate".

Il presidente del Consiglio è tornato sul tema poco dopo, parlando con i giornalisti a margine del vertice: "Per il G8 vedremo, l'Italia è tradizionalmente fautrice". "La Russia dovrebbe esserci", ha sottolineato. "Detto questo, la Russia dovrebbe partecipare a questo meeting", ha ribadito. "Il presidente si recherà direttamente a Singapore dal Canada, in vista del suo incontro con il leader Kim Jong-un della Corea del Nord di martedì", ha annunciato la Casa Bianca, precisando che "a rappresentare gli Stati Uniti per il resto delle sessioni del G7 sarà Everett Eissenstat, sherpa del G7 e vice assistente del presidente per gli affari economici internazionali".

"Che piaccia o no - e può essere politicamente scorretto dirlo - ma abbiamo bisogno di governare il mondo. Dovremmo avere la Russia al tavolo delle negoziazioni", ha aggiunto il presidente degli Stati Uniti, riferendosi alla posizione che gli altri leader hanno assunto nei confronti di Mosca dal 2014 dopo la crisi legata alla Crimea. Ma Salvini, entrando al primo consiglio dei ministri (da lui presieduto), conferma la sua tesi, espressa mesi fa, di essere pronto a seguire la via di Trump per "mettere i dazi" anche in Italia.

L'ex presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, "mi auguro che al G7 in Canada l'Italia faccia l'Italia, l'ultima cosa che possiamo permetterci è presentarsi come un'Italia che tradisce i suoi fondamenti, la sua politica estera e la sua vocazione internazionale".

"Il G7 - ha spiegato l'ex premier Gentiloni - avviene in un momento delicatissimo per i rapporti transatlantici, è un incontro molto importante, per non esarcerbare quelle che attualmente sono tensioni in un escalation che farebbe molto male ad un Paese come l'Italia".

"Sono stato il peggior incubo della Russia - ha detto il presidente americano prima di partire verso il Canada -. E' nell'interesse di tutti". Con il presidente Xi Jinping Putin parteciperà tra l'altro al vertice dell'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai (SCO).

Commentando la richiesta, tuttavia, il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha dichiarato: "La Russia è concentrata su altri formati, separatamente dal G7".

Altre Notizie