Lunedi, 18 Giugno, 2018

Canada, G7: l'arrivo del premier Conte in Quebec

Rufina Vignone | 09 Giugno, 2018, 05:38

Per Conte ci sono in programma bilaterali con quasi tutti i leader, a partire dalla cancelliera tedesca Angela Merkel per proseguire con il premier giapponese Shinzo Abe e con il presidente francese Emmanuel Macron, e si lavora anche per il primo faccia a faccia con Donald Trump.

Trump ha anche spiegato che il suo obiettivo al G7 è quello di "raddrizzare gli scorretti accordi commerciali con i paesi" che partecipano al vertice. "Diamo più importanza ad altri formati", ha dichiarato.

Arrivato in Canada, Macron aveva esordito su Twitter con una bordata rivolta a Trump: "Al presidente americano può non dispiacere rimanere isolato, ma nemmeno a noi dispiace firmare un accordo a 6 se necessario".

"Perché stiamo per tenere un meeting senza la Russia?"

G7 al via in Canada in un clima di tensione senza precedenti, con al centro Donald Trump. Poco dopo, in conferenza stampa, Trudeau ha sottolineato "mostreremo al presidente Usa che le sue mosse inaccettabili stanno danneggiando i suoi stessi cittadini". "Dovremmo avere la Russia al tavolo delle negoziazioni", ha aggiunto il presidente degli Stati Uniti, riferendosi alla posizione che gli altri leader hanno assunto nei confronti di Mosca dal 2014 dopo la crisi legata alla Crimea. Con il presidente Xi Jinping Putin parteciperà tra l'altro al vertice dell'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai (SCO). Questa la motivazione ufficiale della Casa Bianca. "Non ho particolari consigli da dare a Conte, - ha ribadito - gli faccio naturalmente gli auguri, la possiamo pensare come vogliamo, io la penso in modo sideralmente diverso dal governo appena nato, per me le istituzioni non sono scatolette di tonno".

Altre Notizie