Lunedi, 18 Giugno, 2018

Pensioni, Centrella (Selp): "Su quota 100 solo voci, Di Maio chiarisca"

Quota 100 Anief Quota 100 Anief"Governo mantenga le promesse
Remigio Civitarese | 08 Giugno, 2018, 14:13

La pensione di vecchiaia con 5 anni di contributi può essere richiesta soltanto dai lavoratori soggetti al calcolo integralmente contributivo della prestazione: si tratta di un sistema di calcolo, valido dal 1996, che si basa sui contributi versati e sull'età pensionabile.

Se poi dovesse essere cancellata anche l'Ape volontaria, che prevede alcune penalizzazioni, toglieremmo la possibilità di andare in pensione a 63 anni con soli 20 di contributi, che per Damiano è una possibilità che favorisce chi ha svolto lavori discontinui, in particolare le donne.

Tra le novità della riforma pensionistica del Governo Lega - M5S c'è la pensione quota 100.

Il premier Giuseppe Conte ha parlato, comunque, durante il suo discorso al Senato delle cosiddette 'pensioni d'oro', [VIDEO] definendole un altro esempio di privilegio ingiustificato che va contrastato.

Il lavoratore nato nel 1956, impiegato in una grande azienda dal 1978, senza aver mai avuto periodi di contribuzione figurativa: con le nuove regole andrebbe in pensione nel 2019 con 41 anni e mezzo di contributi.

ANIEF ricorda che "dal prossimo 1° gennaio l'italia, anche per via dell'aspettativa di vita, sul fronte pensionistico diventerà di gran lunga il Paese più severo". L'età del lavoratore non rileva.

In seguito, è previsto un aumento del requisito di età pari a 3 mesi ogni biennio, a seconda dell'andamento degli adeguamenti automatici alla speranza di vita media.

40 anni e 7 mesi di contributi a prescindere dall'età anagrafica per la pensione anticipata.

Per avere accesso alla pensione di vecchiaia con 5 anni di contributi non è prevista una soglia minima di accesso, cioè un assegno minimo, richiesto, invece, per la pensione di vecchiaia ordinaria e per la pensione anticipata contributiva.

L'obiettivo di questa misura è rendere questo trattamento strutturale, per consentire alle lavoratrici con 35 anni di contributo e con 57 anni e 7 mesi o 58 anni e 7 mesi di età di andare in pensione con un certo anticipo.

Leultime notizie [VIDEO]sulla [VIDEO] riforma pensioni 2018, ad oggi, [VIDEO] mercoledì 6 giugno, sono relative alle ultime dichiarazioni del ministro degli Interni, Matteo Salvini, in merito alla Legge Fornero. Inoltre, è stata ipotizzata anche la proroga delle salvaguardie.

Altra proposta in cantiere è quella che riguarda la abolizione dell'Ape social. "Anzi, - conclude - se per realizzarle si penalizzeranno alcune categorie di lavoratori già in difficoltà, come chi svolge lavori gravosi e chi assiste disabili gravi, il rischio è addirittura di peggiorare la situazione".

Occorrerà tuttavia recuperare risorse, prima di riuscire a mettere in pratica tutte queste modifiche riguardanti le pensioni, ma il processo sarà graduale, come ribadito dal Governo.

Altre Notizie