Giovedi, 21 Giugno, 2018

Misero in scena il funerale di Marchionne, ok licenziamento

Inscenarono funerale a Marchionne, Cassazione conferma licenziamento di 5 operai Fiat Pomigliano, operaio Fca licenziato si versa benzina addosso
Remigio Civitarese | 08 Giugno, 2018, 23:43

Con lui, l'ex capo della polizia e Gianni De Gennaro e Alessandro Profumo, rispettivamente presidente e amministratore delegato della fabbrica che due giorni fa ha celebrato la costruzione della fusoliera numero 1500 per gli aerei Atr. Questo Paese vogliamo cambiarlo davvero e iniziamo da Mimmo, dai riders, da quelli che sono stati lasciati ai margini. All'epoca si spiegò che prima della scena del manichino un'operaia in cassa integrazione si era suicidata, un altro operaio suicida aveva lasciato una lettera in cui riconduceva le ragioni della sua scelta alla precarietà lavorativa.

Sì della Cassazione al licenziamento di cinque operai della Fiat che nel 2014 inscenarono il funerale dell'ad Sergio Marchionne davanti ai cancelli dello stabilimento di Pomigliano. All'operaio che si è cosparso di benzina davanti casa mia ho dato la solidarietà mia e del Governo".Una parola anche sulla politica estera: "Restiamo alleati degli Usa e restiamo alleati della Nato, ma dialoghiamo con la Russia. I lavoratori furono licenziati dall'azienda ma la sanzione, confermata dal tribunale di Nola, venne annullata dalla Corte d'appello di Napoli che ordinò il reintegro, escludendo la giusta causa. La Corte d'appello di Napoli, invece, nel 2016 aveva disposto il reintegro, ritenendo legittimo, per quanto aspro, "l'esercizio del diritto di critica" tramite "una rappresentazione sarcastica priva di violenza". Secondo la Cassazione, però, neppure la satira "può esorbitare la continenza" con l'attribuzione di qualità "disonorevoli", "riferimenti volgari" e "infamanti".

Dunque la Cassazione ignora le attenuanti espresse dalla Corte d'Appello.

Altre Notizie