Giovedi, 21 Giugno, 2018

Francia, indagato braccio destro di Macron

Francia il braccio destro di Macron indagato per conflitto d'interessi   
                       
                
         Lunedì 04 Giugno alle Francia il braccio destro di Macron indagato per conflitto d'interessi Lunedì 04 Giugno alle
Rufina Vignone | 07 Giugno, 2018, 08:53

La procura di Parigi ha aperto un'inchiesta su Alexis Kohler, segretario generale dell'Eliseo e braccio destro del presidente Emmanuel Macron.

Nel mirino, il conflitto di interessi fra la sua funzione ufficiale e i legami familiari con l'armatore italo-svizzero Msc. Purtroppo (o per fortuna) il piano B anti-Fincantieri non funziona e Saint-Nazaire non si presta al gruppo MSC.

Kohler, denunciato dall'associazione anticorruzione Anticor sulla base di un'inchiesta giornalistica del sito Mediapart, è legato alla famiglia italiana Aponte, fondatrice della società Msc. Parigi negli ultimi anni ha fatto di tutto per salvare questo sito storico e per evitare che passasse sotto il controllo italiano. La madre di Alexis Kohler è cugina di primo grado di Rafaela Aponte che fondò MSC nel 1970 con il marito Gianluigi. Non sarebbe un caso, dunque, che Kohler nell'agosto 2016 lasciò gli incarichi pubblici e andò a lavorare nella sede di Ginevra di Msc. Chi si ricorda del ruolo attivo e presentissimo di Kolher nel braccio di ferro sui cantieri navali più importanti della costa atlantica, potrebbe avere qualche dubbio sul lavoro del braccio destro di Macron. Msc è stato sempre un attore chiave nei negoziati, visto che le sue commesse per la realizzazione di navi da crociera avrebbero potuto trasformare Saint-Nazaire.

Decisa la replica dell'Eliseo, che definisce i "sospetti totalmente infondati". Il conflitto di interesse a cui si fa riferimento si gioca tutto sul legame tra il suo ruolo di alto profilo e la sua parentela con la famiglia Aponte. Se è rimasto un direttore di Stx quando ha lavorato presso l'Epa, "lo ha fatto su esplicita richiesta dei suoi superiori" ha detto l'entourage di Emmanuel Macron, spiegando che le decisioni riguardanti la sua partecipazione nell'azienda privata sono state prese da dipartimento del Tesoro e non dallo stesso Kohler.

Altre Notizie