Giovedi, 21 Giugno, 2018

Spazio, l'astronauta Luca Parmitano sarà comandante dell'Iss

L’astronauta Luca Parmitano sarà il primo italiano al comando della Stazione spaziale Iss Parmitano, un'emozione grandissima e inaspettata - Spazio & Astronomia
Carmela Zoppi | 03 Giugno, 2018, 16:12

Un'emergenza terribile e non preventivabile, ma affrontata con assoluto sangue freddo.

Luca prenderà il Comando della Stazione Spaziale Internazionale nella seconda parte della Spedizione 60-61.

"E' stata un'emozione grandissima e inaspettata", ha commentato Parmitano che in questo periodo si sta addestrando in Russia. Nella mia esperienza sono stato abbastanza fortunato da lavorare con leader che ho potuto osservare: "farò del mio meglio per seguire il loro esempio e la loro guida per raggiungere questi obiettivi". L'astronauta si accosta tuttavia a questo ruolo con grande umiltà: "Essere il comandante delle persone più preparate e abili dentro e fuori dalla Terra può essere scoraggiante".

È la prima volta che la ISS avrà un comandante italiano, e soltanto la terza per un astronauta ESA nei 18 anni di attività dell'avamposto in orbita. "Alla fine, però, sarò io il responsabile della sicurezza dell'equipaggio e della Stazione e del successo globale della missione". Il secondo infatti è Alexander Gerst, già pronto ad assumere il comando nella seconda metà della missione Horizons che è in svolgimento nel 2018. Ad annunciarlo è l'Agenzia spaziale europea (Esa).

La nuova missione di Parmitano, della quale ancora non si conoscono dettagli, riempie d'orgoglio anche l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI), come sottolineato dal presidente Roberto Battiston, felicissimo del fatto che la missione cadrà in occasione del trentesimo anniversario dell'ente.

Orbitando attorno al pianeta a 28.800 km/h, la ISS, grazie anche al modulo-laboratorio Columbus, offre spazio per sei astronauti incaricati di condurre esperimenti per conto di ricercatori di tutto il mondo in condizioni di microgravità, e di testare e dimostrare tecniche necessarie per esplorare ulteriormente il nostro Sistema Solare. Nel 2000 invece si è diplomato all'Accademia Aeronautica Italiana di Pozzuoli, per poi portare a termine l'addestramento base nel 2001 con la U.S. Air Force alla Euro-Nato Joint Jet Pilot Training presso la Sheppard Air Force Base in Texas, negli Stati Uniti. "Si è laureato in Scienze Politiche all'Università degli Studi di Napoli "Federico II" nel 1999. Sposato, 2 figlie, nel 2017 gli è stato dedicato l'asteroide 37627 Lucaparmitano.

Altre Notizie