Domenica, 27 Mag, 2018

Pugno duro della FIGC, aperta un'indagine su Raiola: chiesti documenti al Milan

"La Figc è uno schifo, la Procura apre un'indagine su Mino Raiola
Elettra Stolfi | 17 Mag, 2018, 01:21

Il massimo organo calcistico italiano vuole vederci chiaro sul noto e famelico procuratore, spesso protagonista di dichiarazioni e atteggiamenti oltre il limite del consentito.

Un duro colpo per il "Re del Mercato": Mino Raiola, è finito sotto la lente di ingrandimento della FIGC. La Procura Federale gli ha notificato a tre indirizzi europei, l'apertura di un'indagine per violazione del codice di giustizia sportiva. "Dovremmo cercare prima un direttore sportivo, poi fare un piano tecnico, non cercare un tecnico e farci fare un piano", le parole di Raiola. Dichiarazioni considerate lesive contro l'istituzione come viene richiamato dall'articolo 5. Dalla stessa fonte provengono indiscrezioni in base al quale le autorità olandesi avrebbero avviato un'istruttoria su Mino per verificare la sua reale residenza fiscale. E non solo, gli olandesi hanno chiesto alla Guardia di Finanza di controllare anche i contratti stipulati con il Milan, in particolare la situazione Donnarumma. Ma il messaggio, sempre secondo il Fatto Quotidiano, è molto più profondo: non si tratta della multa da qualche decina di migliaia di euro che Mino Raiola potrebbe pagare senza alcun problema, visti i suoi incassi milionari; la questione riguarda il fatto che anche gli agenti dei calciatori possono essere perseguiti dalla procura federale.

Altre Notizie