Domenica, 27 Mag, 2018

Pg di Milano non si oppone alla riabilitazione di Berlusconi -2

Riabilitazione di Berlusconi per il Tribunale'nessuna segnalazione negativa Berlusconi riabilitato, il tribunale di Milano: "Su di lui nessuna segnalazione negativa"
Rufina Vignone | 17 Mag, 2018, 12:13

La Procura generale di Milano aveva quindici giorni di tempo per esprimersi sulla decisione del Tribunale di Sorveglianza, che ha sancito la riabilitazione dell'Ex Cavaliere, nonché ex Premier e leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, e ricorrere eventualmente alla Cassazione, ma la Procura ha deciso di non opporsi e quindi il presidente di FI potrà ricandidarsi alle prossime elezioni.

Nel provvedimento adottato venerdì scorso dall Sorveglianza, si faceva riferimento a tre relazioni di servizio delle questure di Milano e Roma e dei carabinieri di Monza in cui si dava atto della buona condotta del leader di Forza Italia.

E proprio dal Ruby ter arrivano nuove, potenziali grane giudiziarie. In questo caso il gup deciderà il prossimo 1 giugno. Così le motivazioni del provvedimento del Tribunale di Sorveglianza di Milano, riportate dal Fatto Quotidiano on line, che ha di fatto sospeso gli effetti della legge Severino, dopo la condanna del Cavaliere per i presunti fondi neri creati nell'acquisito dei diritti di numerosi film da parte di Mediaset, e la conseguente 'ratifica' della decadenza dalla carica di senatore del Cavaliere votata in Parlamento nel 2014. Che potrà ritenersi riabilitato, solo quando avrà dato prova - con il suo rispetto per la magistratura e quindi per il Popolo in nome del quale esercita la sua funzione - di aver assimilato il principio che la legge è uguale per tutti. In particolare, c'è scritto che - per quanto riguarda il requisito della buona condotta, indispensabile per un esito positivo del ricorso - le risultanze "attestano un comportamento totalmente privo di segnalazioni rilevanti in termini negativi". Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Altre Notizie