Domenica, 27 Mag, 2018

MotoGP | Gp Le Mans: Dovizioso-Ducati, il rinnovo è quasi fatto

Valentino Rossi a Le Mans Andrea Dovizioso, parla l'agente: "Stiamo parlando con la Honda"
Elettra Stolfi | 17 Mag, 2018, 21:31

Entro il weekend del Gran Premio di Francia potrebbe essere nero su bianco tra il forlivese e la scuderia di Borgo Panigale.

Il risultato è che, mentre Andrea e il suo manager Simone Battistella chiederebbero una cifra vicina ai 7-8 milioni di euro all'anno, la Ducati (con l'intervento dello sponsor tabaccaio Phillip Morris) è riuscita finora ad offrirne al massimo cinque, più i premi già previsti dall'attuale contratto. Ci sono stati tanti aiuti per cercare di far sì che continuasse il nostro matrimonio.

Se fino a qualche mese fa il rinnovo del Dovi con Ducati appariva quasi come una formalità, adesso la situazione è ben più complessa con le parti che non sembrano disposte a cedere non trovando così un punto d'incontro. "Siamo ai dettagli". Dopo un'estenuante trattativa la fumata bianca è sempre più vicina. "Le cose stanno migliorando, speriamo di trovare l'accordo in questo weekend".

Intanto il pilota maiorchino non si tira indietro e interviene nuovamente sulla questione: "Dopo quello che è successo a Jerez non vedo l'ora di correre a Le Mans".

Dall'altra parte, però, la Honda è pronta a riabbracciarlo nel team ufficiale HRC, per comporre una coppia di livello assoluto con Marc Marquez. "Il rischio è quello di confrontarsi con un campionissimo come lui, ma i piloti vivono queste sfide senza temere il confronto", ha aggiunto il procuratore. Probabilmente ha un gran feeling con la moto e sarebbe un peccato se si separassero. Il pilota della Ducati non ha dubbio: la squadra è competitiva e può fare davvero bene su questo circuito. Perchè restare? "La valutazione di Andrea in relazione alla sua squadra ha valso molto". Ha stravinto il confronto diretto con un cinque volte campione del mondo come Jorge Lorenzo, che da quando è sbarcato nel box della Ducati, ha ottenuto risultati peggiori rispetto a quelli di Dovizioso.

Altre Notizie