Domenica, 27 Mag, 2018

Roma: pecore 'tosaerba' in ville, "c'è esempio Berlino"

A Roma capre e pecore come tosaerba: Raggi e la sfida del verde pubblico Roma, l'assessore Montanari propone: “Capre come tosaerba nelle ville”. Poi la precisazione: “Solo nelle campagne”
Rufina Vignone | 16 Mag, 2018, 21:32

Negli ultimi sei mesi, sono stati già approvate più di 104 adozioni: "come accade in altre città italiane - fa sapere l'assessore - i parchi vengono gestiti molto bene dai comitati dei che intervengono, il ruolo della cittadinanza attiva è fondamentale". A lanciare la nuova iniziativa del Campidoglio, all'insegna dell'ecologia, è l'assessore all'Ambiente Pinuccia Montanari nel corso di una diretta Facebook. "Anche noi". E' stata proprio la sindaca Virginia Raggi, racconta la responsabile all'Ambiente del Comune di Roma, di "recente" a sollecitarle "l'utilizzo delle pecore e degli animali per effettuare questa attività". "E' un modo semplice, usato anche in una grande città come Berlino, è molto giusto e interessante".

Immediata la risposta del consigliere del Pd romano Orlando Corsetti: Capre e pecore come tosaerba? Ad applaudire invece il progetto è Coldiretti che ha osservato: "Con cinquantamila pecore allevate nel comune di Roma, la capitale può contare su un vero esercito di tosaerba naturali", ribadendo come l'idea non sia del tutto inedita in quanto già adottata da altre città. "La capitale per imitare le fattorie urbane di Berlino trasforma i suoi parchi in pascoli", gli fa eco il collega dem Marco Palumbo. Una maxi grigliata di 12 esemplari, all'interno del Volkspark Friedrichshain, organizzata senza autorizzazione e senza misure di sicurezza da parte di un gruppo di oltre 150 persone che si sono giustificate così: "stiamo celebrando la Pasqua". Apriti cielo. Un minuto dopo su internet si scatena il solito sfottò virale, fra fotomontaggi che vedono i volti di Raggi e Montanari al posto di Heidi e Clara, battute pecorecce e facili ironie. "E' nostro dovere sensibilizzare, trattandosi della Capitale, il Governo". Intanto il bando da 4 milioni di euro per lo sfalcio dell'erba di quest'anno non è ancora pronto per lungaggini burocratiche e gli interventi nelle aree verdi, molte ormai diventate vere e proprie giungle sono per lo più fatti in emergenza. Un primo passo verso una manutenzione seria dei polmoni verdi di Roma.

Altre Notizie