Domenica, 27 Mag, 2018

Poste Italiane: consegne nel fine settimana

Poste italiane, rivoluzione e-commerce: consegne fino a sera, anche il sabato e la domenica Poste, Ft: l'imperfetto sistema postale italiano ha una scossa
Remigio Civitarese | 15 Mag, 2018, 05:02

Poste Italiane schiera l'esercito dei 30mila portalettere per la sfida dell'e-commerce. Nella giornata di venerdì, si è tenuto un incontro illustrativo dei nuovi servizi tra la direzione provinciale di Poste Italiane e il sindaco del capoluogo, Nicola Ottaviani, che ha sottolineato come il mantenimento e il potenziamento della rete degli sportelli, su tutto il perimetro provinciale, costituiscano il naturale rinnovo di una tradizione che nasce nell'immediato dopoguerra e che, ancora oggi, rafforza il prodotto interno lordo dell'intero territorio. " Cambia completamente il lavoro dei nostri portalettere, una rete capillare che era legata al declino della corrispondenza tradizionale e ora ha una grande opportunità di sviluppo", prosegue il documento, proprio in ottica ecommerce.

Il territorio montano vive nell'emergenza post sisma e le Poste Italiane riducono il servizio invece di potenziare. L'importante rivoluzione che la società si è apprestata a mettere sul tavolo, è data dalle ottime aspettative che hanno visto letteralmente volare i fatturati, grazie alla consegna dei circa 5 milioni di pacchi distribuiti dai postini nel 2015. Si parla già per l'estate dell'arrivo dei nuovi tricicli ed entro la fine dell'anno di 350 locker - armadietti intelligenti.

Saranno trentamila, nella fattispecie, i portalettere schierati dal servizio postale del nostro paese, che consegneranno pacchi tutti i giorni della settimana (anche sabato e domenica), fino a sera.

A ciò si aggiunge anche il modello flessibile nella scelta degli orari: i postini si concentreranno di mattina nelle zone in cui ci sono uffici, e di pomeriggio e sera nelle zone residenziali, ipotizzando un ritorno a casa dal lavoro per coloro che sono fuori dalla mattina presto.

Questo nuovo sistema è già operativo in 71 dei 900 centri di recapito di Poste italiane. Per quanto riguarda la riduzione dei costi, le aree territoriali si ridurranno da 9 a 6. L'obiettivo è di arrivare alla consegna di 50 milioni di pacchi entro fine anno che diventeranno 100 milioni nel 2022.

Altre Notizie