Sabato, 26 Mag, 2018

Video visibili nell'ultima versione di WhatsApp — Instagram e Facebook

Il punto nero che “blocca” WhatsApp. Ecco come funziona questa burla WhatsApp, c'è un messaggio che blocca il cellulare/ “Se tocchi il punto nero…”. Ecco come fare per difendersi
Carmela Zoppi | 08 Mag, 2018, 00:41

Il "simpatico" scherzo circola in rete da qualche ora a questa parte, e il testo di questo dannoso messaggio è il seguente: "Se tocchi il punto nero WhatsApp si bloccherà".

Ma non solo WhatsApp, pare infatti che il problema ci sia anche per l'app di messaggistica di Facebook. L'ultimo pericolo di WhatsApp riguarderebbe un messaggio con un punto nero che sarebbe capace di bloccare lo smartphone del malcapitato, ma ciò funziona soltanto su dispositivi Android.

L'aggiornamento che introduce le novità appena descritte è in fase di distribuzione attraverso App Store, per il quale vi lasciamo il consueto badge per il download qui sotto. Un messaggio che sembra una classica catena come molte giungono sulle chat da amici scherzosi o meno. Il già citato carattere Telogu che mandava in panne i dispositivi Apple, forse per l'esotica semplicità del messaggio, è quello che ha goduto di maggiore copertura.

Questo comporta il blocco del sistema operativo, in che modo? Premendo sul messaggio (e non necessariamente sul punto nero), si forzerà l'applicazione a decodificare tutti i caratteri nascosti, andando così a incidere pesantemente sulle risorse del dispositivo. In poche parole all'interno del messaggio è stato creato un "carattere vuoto", ossia che non contiene alcuna informazione, ma che nello stesso momento occupa esattamente lo stesso spazio che occuperebbero 1.996 caratteri. Oltretutto possiamo rassicurare che al momento nessun dato personale dello smartphone verrà perso dall'utente che riceverà e visualizzerà il messaggio incriminato e non sarà, appunto, necessario il riavvio dello smartphone per riprendere in gestione il sistema che si sbloccherà, come detto, non appena il messaggio e i suoi quasi 2000 caratteri saranno stati processati.

Google rilascerà molto probabilmente una patch a tale situazione per risolvere il problema nel più breve tempo possibile.

Altre Notizie