Domenica, 27 Mag, 2018

Omeopatia: è solo un placebo. L'Ordine dei Medici boccia l'omeopatia

L'Ordine dei Medici contro l'omeopatia. “Non ha basi scientifiche, è un placebo” Omeopatia, per i medici: “Si tratta solo di effetto placebo”
Irmina Pasquarelli | 08 Mag, 2018, 17:09

L'accusa arriva dall'ordine dei medici, che bolla come inefficaci queste cure.

Non solo. In una nota Fnomceo fa sapere che anche gli omeopati saranno coinvolti nel percorso che porterà la Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri verso gli Stati generali del 2019: è il risultato di un incontro dell'Esecutivo e del coordinatore del Gruppo di lavoro sulle medicine non convenzionali, Dario Chiriacò, con i rappresentanti di alcune società scientifiche di omeopatia, che si è svolto a Roma nei giorni scorsi. "Sebbene vi siano pubblicazioni di vari studi, allo stato attuale non ci sono prove scientifiche né plausibilità biologica che dimostrino la fondatezza delle teorie omeopatiche secondo i canoni classici della ricerca scientifica", si legge nella scheda preparata dal medico Salvo Di Grazia.

Questa pratica si basa sulla teoria dei simili ("il simile cura il simile"), secondo cui per curare un sintomo bisognerebbe assumere una sostanza che ne provochi uno affine (un bruciore si dovrebbe trattare con una sostanza che provoca ugualmente bruciore, come il peperoncino; l'insonnia, con una sostanza che provoca insonnia, come il caffè, e così via). "Infatti - prosegue - diversi studi condotti con una metodologia rigorosa hanno evidenziato che nessuna patologia ottiene miglioramenti o guarigioni grazie ai rimedi omeopatici". Tale effetto, secondo gli esperti, "ha una base neurofisiologica nota e funziona anche su animali e bambini, ma il suo utilizzo in terapia è eticamente discutibile e oggetto di dibattito".

Quanto alla sicurezza della omeopatia, essendo questa una terapia basata su sostanze in quantità infinitesimali o inesistenti non si registrano rischi di effetti collaterali o pericolosi, ma "sono comunque riportati eventi avversi gravi dovuti a errori di fabbricazione o contaminazione". È anche per questo motivo che in Italia l'omeopatia può essere praticata solo da medici chirurghi abilitati alla professione.

Chi è pro e chi contro l'omeopatia, ma il dubbio sul perché i medici non si fossero pronunciati in modo deciso sulla questione era incerto per tutti. "Il medico non deve sottrarre la persona assistita a trattamenti scientificamente fondati e di comprovata efficacia".

Perché i medici prescrivono farmaci omeopatici?

Le sigle congiunte fanno quindi appello a Filippo Anelli, presidente Fnomceo, affinché nel rispetto dei principi Costituzionali sulla libertà di cura, chiarisca i contenuti di queste affermazioni che creano un "cortocircuito" rispetto a quanto deliberato dal Consiglio Nazionale della Federazione in data 19 maggio 2002, delibera che classifica a tutti gli effetti l'esercizio dell'omeopatia come "atto medico", orientamento peraltro largamente condiviso negli altri Paesi Europei.

Insomma, l'annoso dilemma se dell'omeopatia ci si possa fidare o meno non sembra destinato a trovare soluzione.

Altre Notizie