Domenica, 27 Mag, 2018

Vaccini: per i genitori un numero per chiarire qualsiasi dubbio

Vaccini Vaccini
Irmina Pasquarelli | 25 Aprile, 2018, 21:13

Vaccini e vaccinazioni, settimana europea delle vaccinazioni.

Nel corso del 2016, circa l'86% dei bambini di tutto il mondo (116,5 milioni di individui) ha ricevuto tre dosi di vaccino contro la difterite-tetano-pertosse (DTP3), ottenendo protezione dalle malattie infettive che possono causare gravi malattie e disabilità o essere fatali. La vaccinazione, però, sembra fare i suoi effetti: per la prima volta, infatti, le morti sono scese sotto i 100.000 all'anno. Non è un caso che il vaccino contro il morbillo sia stato definito come uno dei migliori traguardi acquisiti dalla sanità pubblica. I casi dovuti al poliovirus selvaggio sono diminuiti di oltre il 99% dal 1988, da circa 350.000 casi a 22 casi segnalati nel 2017. Certo, nella maggior parte dei paesi, lo sforzo globale ha ampliato le capacità di affrontare la malattie infettiva costruendo efficaci sistemi di sorveglianza e immunizzazione.

In concomitanza con questo evento internazionale la Federazione, che rappresenta i pediatri di famiglia, ha deciso di incrementare sui social network, le informazioni e le risposte alle domande dei genitori sui temi legati alle vaccinazioni.

Aderiscono anche la Società italiana di pediatria (Sip) e la Società italiana di neonatologia (Sin), mettendo un esperto a disposizione telefonica dei genitori.

L'iniziativa nasce dall'adesione di SIP e SIN alla Settimana Europea delle Vaccinazioni promossa dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Regione Europea), che si terrà dal 23 al 29 aprile, all'insegna dello slogan "Prevenire, Proteggere, Immunizzare" per contrastare la disinformazione. Il 24 aprile mamme e papà con qualche dubbio sui vaccini potranno contattare la neonatologa Lina Bollani della Fondazione Irccs Policlinico San Matteo di Pavia dalle 10 alle 12 (tel. 0382502884) e la pediatra Elena Bozzola, dell'Ospedale Bambin Gesù di Roma, dalle 12 alle 14 (tel. 3394753382).

"I vaccini sono l'unico vero strumento capace di proteggerci dalle malattie infettive, che possono causare morte e/o danni permanenti", spiega il Presidente SIP Alberto Villani. "In Italia, purtroppo, la percentuale di donne che si vaccinano in vista di una gravidanza è ancora troppo bassa".

Gli esperti risponderanno anche ad eventuali dubbi sulle vaccinazioni pediatriche ma non bisogna dimenticare che la sicurezza del neonato dipende anche dall'immunizzazione della mamma.

Il problema delle mancate vaccinazioni riguarda non solo il mondo ma anche l'Europa, dove ancora un bimbo su 21 non è protetto contro tre malattie ancora molto pericolose come tetano, pertosse e difterite.

Altre Notizie