Domenica, 27 Mag, 2018

Napoli, mascherati all'Università: la protesta contro l'aumento delle tasse. IL VIDEO

La Casa di Carta dalla rapina alla protesta universitaria, a Napoli il flash mob contro il “caro tasse” (video) A Napoli studenti in versione “La Casa di Carta” per protestare contro aumento tasse
Irmina Pasquarelli | 25 Aprile, 2018, 20:58

Si sa che il cinema e le serie tv possono diventare base per eventi reali; è quanto accaduto a Napoli dove gli studenti dell'Università Federico II hanno protestato ispirandosi alla serie La Casa di Carta visibile su Netflix. Un gruppo di studenti ha organizzato un flash mob nel cortile della facoltà di lettere indossando la maschera di Dalì e la tuta rossa, l'abbigliamento dei rapinatori che nella serie spagnola.

Un'iniziativa non mirata, ovviamente, a compiere una clamorosa rapina, come quella alla Zecca di Stato di Madrid che nella serie vede impegnati "Berlino" e compagni, ma a sensibilizzare gli studenti sull'aumento delle tasse universitarie, per molti quadruplicate o addirittura quintuplicate, con aumenti fino a 600 e 800 euro. Ad organizzarla sono stati Link e i collettivi universitari che lamentano costi eccessivi dell'università pubblica e in particolare alla Federico II.

"Siamo il secondo Paese con il livello più alto di tassazione universitaria in Europa. - fanno sapere gli studenti - E questo nonostante la Federico II, come ateneo non offra nulla e nonostante questo Paese abbia tagliato un miliardo di fondi in 10 anni da destinare all'istruzione e alla ricerca". Insomma, noi paghiamo tasse salatissime per cosa, per quale servizio?

Sicuramente la scelta di fare propri i simboli de La Casa di Carta è servita ad attirare l'attenzione dei media nazionali sul problema e a ricordare l'appuntamento il prossimo 3 maggio, quando una manifestazione di protesta per i diritti degli universitari animerà la città con un corteo in partenza da piazza San Domenico.

Altre Notizie