Domenica, 22 Aprile, 2018

New Yorker e Nyt premiati per il caso Weinstein

Pulitzer, premio a New Yorker e Nytimes per scoop sul caso Weinstein. Vince anche il Washington Post per il Russiagate NYT e WP da Pulitzer
Zaira Scannapieco | 17 Aprile, 2018, 13:40

Il New Yorker, il New York Times e il Washington Post hanno vinto il premio Pulitzer nella categoria "servizio pubblico", grazie allo scoop sul caso Harvey Weinstein.

New Yorker, New York Times e Washington Post ancora una volta nell'Olimpo del giornalismo. Tutte testate che "mostrano la forza giornalismo statunitense durante un periodo di crescenti attacchi", ha dichiarato Dana Harvey, la nuova amministratrice dell'ambito riconoscimento.

Per la cronaca, sia il Russiagate che l'inchiesta su Moore sono stati pesantemente criticati come "fake news" dal presidente americano.

Per il giornalismo d'inchiesta é stato premiato dunque il Washington Post per come ha portato alla luce le interferenze russe nelle elezioni presidenziali americane del 2016. Al 'Nyt' e al 'Wp' va quindi il premio per il National reporting, mentre l'International se lo è aggiudicato il trio Baldwin, Marshall e Mogato per Reuters.

Sono stati assegnati nella notte i Pulitzer 2018: i riconoscimenti più famosi e importanti del mondo giornalistico, che interessano anche il campo letterario e musicale.

Per la sezione musica, non senza qualche sorpresa, il riconoscimento è andato a Kendrick Lamar, rapper, autore dell'album 'Damn': "E' una virtuosistica raccolta di canzoni - ha detto la direttrice Canedy - unificata dall'autenticità del suo gergo e dal dinamismo ritmico che catturano la complessità della vita moderna afroamericana". Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.

Altre Notizie