Sabato, 21 Aprile, 2018

Consultazioni, Movimento 5 stelle e Centrodestra si allontanano sul Governo

Forza Italia Centrodestra con i partiti, Progetto civico con Ploia
Rufina Vignone | 15 Aprile, 2018, 22:39

Che aggiungono: "Forza Italia potrebbe risolvere l'impasse facendosi di lato e consentendo così un governo Movimento 5 stelle-Lega".

"Per formare il nuovo governo si deve partire dal centrodestra che ha vinto le elezioni, non da chi è arrivato secondo". Quasi in contemporanea, il capo politico dei 5 stelle posta su Instagram l'avvio dell'incarico sull'esame dei programmi: "Oggi ho conferito ufficialmente al professor Giacinto Della Cananea l'incarico di esaminare i programmi ufficiali elettorali che sono stati presentati dalle forze politiche Lega e Partito Democratico per vagliare sia gli aspetti comuni, sia gli aspetti distintivi, al fine di valutare la compatibilità dei relativi programmi politici e di avviare il percorso necessario a offrire un Governo stabile e utile al Paese". Staremo a vedere. I forzisti, dal canto loro, avvertono che l'alternativa è "opposizione dura". "Mentre il leader della Lega diceva a nome degli alleati di voler aprire, con una battutaccia Berlusconi ha dimostrato che il centrodestra stia sperando nel Pd, vista la battutaccia nei nostri confronti". Anche alla luce di quanto avviene in Siria- ha detto Maurizio Martina al termine del colloquio - "occorre che le forze che hanno prevalso la smettano col tira e molla, le tattiche, i tatticismi, i personalismi estremi e la grande incertezza che stanno generando" dicendo se sono in grado di essere "all'altezza della situazione". "Non comprendiamo come si continui a chiedere questa apertura impossibile". Martina: Pd lavora su temi prioritari. "E' una posizione che io non comprendo".

Salvini ribadisce che sarà la Lega a scegliere il presidente incaricato, ma non si autocandida. Lo ha affermato il leader M5S Luigi Di Maio, parlando a giornalisti e telecamere a conclusione del colloquio della delegazione stellata con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. "Il Paese ha il bisogno di scelte chiare: chi ha prevalso ha il dovere di dire cosa vuol fare senza continuare con i balletti di polemiche pubbliche che nascondono solide intese di occupazione" di incarichi. Resta, fortissima, l'incognita Silvio Berlusconi sul quale in queste ore le pressioni perchè accetti un ruolo defilato sono incessanti.

Altre Notizie