Sabato, 21 Aprile, 2018

Attacco Siria, Berlusconi stronca Salvini: "A volte è meglio tacere"

Como, offese alla Lega Nord: Salvini porta don Alberto in tribunale Lega: Salvini non ritira la querela a don Alberto, ecco cosa era successo
Zaira Scannapieco | 15 Aprile, 2018, 23:06

Non capisco le polemiche e gli insulti.

Matteo Salvini dice Give Peace a Chance. Non sono come qualcuno nel mio partito, che gioisce pensando che il M5S possa andare male: se andrà male, ne pagherà le conseguenze il Paese.

Sigmund Freud, quando un suo interlocutore incorreva in un lapsus, era solito chiedergli quali termini gli venissero in mente, subito, senza rifletterci su, per poter capire che cosa si agitasse nel suo subconscio. "Se ciascuno fa un passo a lato, si costruisce, si lavora", aggiunge il leader della Lega, parlando della formazione del governo. "Il centrodestra ha il dovere di governare e ascoltare e coinvolgere i secondi arrivati che sono i Cinque stelle". "Voglio che sappiate che il M5s è al lavoro per un governo che dia risposte e chi si ostina a proporre un Centrodestra unito propone una strada non percorribile e che può fare anche danno al Paese". Stimo Putin e lo ritengo uno degli uomini di governo più lucidi, lungimiranti e concreti di questo momento. "Si tratta di un attacco su obiettivi precisi contro siti legati alla produzione di armi chimiche, che traduce il principio internazionale di condanna di queste armi".

Dei due giochi del cerino, quello praticato da tempo nello squallido e traballante agone politico non è tanto evitare di scottarsi, quanto di non finir sotto il fuoco dei cecchini in agguato accendendolo, come capitava, cento anni fa, durante la Prima Guerra Mondiale, ai fanti italiani in trincea: venivano raggiunti dai proiettili sparati dei cecchini austriaci al secondo o terzo passaggio di mano.

Salvini dopo il tweet ha ribadito di ritenere l'attacco alla Siria "sbagliato".

Altre Notizie