Sabato, 21 Aprile, 2018

Juventus, Allegri: "Buffon un esempio, ora testa allo scudetto"

Elettra Stolfi | 14 Aprile, 2018, 13:53

Dopo la dolorosa eliminazione dalla Champions League per mano del Real Madrid, la Juventus torna a concentrarsi sulla Serie A. Domenica arriverà la Sampdoria di Marco Giampaolo allo Stadium.

Prosegue Max Allegri parlando della reazione di Buffon e ancora della sfida di Madrid contro il Real: "La reazione di Buffon?". Poi dalla poltrona di casa, senza emozioni a distanza di un giorno, giudicarlo e non capire quello che poteva passargli per la testa, sfido qualunque persona al mondo a non avere una reazione. A freddo ci vuole calma. Non lo condanno. Giudicare dall'esterno è sempre facile, nelle situazioni bisogna trovarsi.

"Poi io non valuto l'operato dell'arbitro". L'arbitro? Nei 90 minuti è stato bravo. Purtroppo ha beccato gli imprevisti, come a Monopoli, e lì è andata così. E li' e' andato un po' in confusione. Nella ripresa c'e' stata una sola sostituzione e neanche un intervento dei medici. C'era solo un minuto di recupero e non tre.

"Turnover con la Samp?". Bisogna essere tutti pronti. Domani e' come col Benevento all'opposto. La rabbia che accumulato a Madrid dovremo metterla in campo per fare una partita importante per portare a casa 3 punti che sono fondamentali. "C'è bisogno di tutti". Lo stadio dovra' essere non solo il dodicesimo, ma anche il tredicesimo e quattordicesimo uomo in campo. Insegnamenti della gara d'andata?

Mercoledì è stato più turbato dal rigore o dal fatto che Alex Sandro non si sia allineato ai compagni per fare il fuorigioco sull'azione? . "Anche se magari da qui a fine torneo torneremo a giocare con i 4 offensivi ma dipende sempre dalla disponibilita' dei giocatori". "In attacco Cuadrado torna titolare". Devo valutare perché in panchina mi seviranno cambi importanti.

Ci sono momenti in cui ti aspetti di più da Higuain? . Lui poi soffre un po' il fatto di andare in Nazionale, quei 10 giorni che gli tolgono energie. Deve essere l'uomo in più per portarci allo Scudetto.

BALLOTTAGGIO - "Il dubbio è: giocare con Mandzukic e Higuain insieme o uno portarlo in panchina".

"Gioca uno tra Benatia e Rugani". A destra dipendera' da Lichtsteiner altrimenti Howedes sta abbastanza bene. Bernardeschi non e' ancora a disposizione.

Allegri ha anche acceso un campanello d'allarme sul suo futuro.

"Abbiamo la possibilità di entrare nella storia della Juventus conquistando Scudetto e Coppa Italia, - ha sottolineato il livornese - al momento non abbiamo fatto ancora niente, se ci riusciremo saremo ricordati come una delle squadre più forti".

Altre Notizie