Domenica, 22 Aprile, 2018

Hamilton davanti: "Ma la Ferrari ha il vantaggio del motore"

F1, le Ferrari braccano Hamilton nelle libere 2 in Cina Gp Cina, Vettel: «Nella macchina c'è ancora qualcosa da sistemare»
Elettra Stolfi | 14 Aprile, 2018, 16:11

La macchina è stata fantastica e continua a migliorare: sapevo che se avessi fatto un giro in ordine avrei avuto margine. "E' da Hulkenberg, sesto con la Reanult, in giù che i distacchi si fanno importanti tanto da superare 1" proprio con Ricciardo e Alonso, comunque nella Top 10. Invece in Q1 sono fuori, Sergey Sirotkin (Williams), Pierre Gasly (Toro Rosso), Lance Stroll (Williams) e le Sauber di Charles Leclerc e Marcus Ericsson.

"È andata piuttosto bene, c'è stato un pò di traffico e, sul giro secco, potevo anche andare più veloce". Analizzeremo la situazione e domani in qualifica vedremo i valori. Shanghai sulla carta doveva essere un terreno favorevole alle Mercedes, ma Lewis Hamilton ha perso decimi tra la curva 11 e la 12 nel cambio direzione, oltre a patire un po' le temperature basse che non hanno aiutato il feeling con le gomme. La RB14, insomma, pecca ancora di affidabilità, dopo che anche in Bahrain l'australiano si era ritrovato con la vettura k.o.

Al di là di come vadano le cose in gara la Ferrari riparte da una certezza: da sei anni non centrava due pole consecutive.

Lewis Hamilton ha chiuso al comando anche le libere 2 del GP di Cina di Formula 1.

Il Q3 ha confermato quanto visto fino a quel momento: una Ferrari in super forma e una Mercedes costretta a dare tutto per inseguire i rivali.

Il tempo migliore è di Sebastian Vettel che per soli 87 millesimi guadagnati nell'ultimo settore, dalla staccata del lungo rettifilo al passaggio sul traguardo, due curve e un rettilineo e mezzo si è piazzato davanti al compagno di scuderia Kimi Raikkonen. "Ma credo che saremo tutti molto vicini". A seguire le due Red Bull, stabilmente terza forze del Campionato ma non ancora in grado di impensierire i due team là davanti. Il pilota della Red Bull chiude alle spalle di Kevin Magnussen (1'34 " 458) e Carlos Sainz (1'34 " 473).

Altre Notizie