Sabato, 21 Aprile, 2018

Alessandra Celentano replica alle accuse: "Io i ragazzi non li illudo"

Alessandra Celentano replica alle accuse: “Io i ragazzi non li illudo” Alessandra Celentano risponde alle critiche: “Viviamo in un mondo di buonisti”
Zaira Scannapieco | 14 Aprile, 2018, 12:08

La maestra infatti, senza peli sulla lingua, aveva esordito nei confronti della ballerina Lauren etichettandola come "grassa".

Sempre in merito al problema sollevato da Alessandra Celentano sulla ballerina Laureen [VIDEO], ha deciso di prendere la sua posizione anche #Heather Parisi, la nota ballerina che fa parte della commissione esterna all'interno del programma. Va detto che Alessandra Celentano non ha riferito alla futura ballerina di essere anoressica ma bensì che da quando è entrata nella scuola più famosa d'Italia ha messo su qualche chilo di troppo e dunque l'ha invitata a ritrovare la sua forma fisica.

Sul suo profilo Instagram Alessandra Celentano ha anche postato una frase della stella della danza italiana, scomparsa a febbraio scorso, Elisabetta Terabust: "È una professione durissima ed è inutile coltivare false speranze a chi non ha alcuna possibilità di diventare ballerino".

Intervistata da Oggi, ha voluto spiegare il suo punto di vista riguardo la giusta corporatura che - nella sua opinione - chi fa questo mestiere dovrebbe avere: "Per danzare ci vuole un certo fisico". Se un ragazzo vuole giocare a basket a livello agonistico ma è alto un metro e sessanta non può farlo. E in questa occasione a far molto parlare è stata senza ombra di dubbio la maestra di danza Alessandra Celentano, rea di aver dato giudizi fin troppo severi sui ragazzi. "Il discorso è semplice ma non viene capito".

Purtroppo viviamo in un mondo di buonisti. Difatti la donna ha rivelato su Oggi che sia fin troppo facile fare i complimenti per riuscire ad accaparrarsi i favori del pubblico. Ma non è finita qua perchè la giurata Heather Parisi l'ha attaccata durante e dopo la puntata anche perchè si è permessa di criticare la forma fisica di alcuni ragazzi. E non ho mai sbagliato: gli allievi in cui ho creduto ora lavorano per grandi compagnie. Non devi. Mai nessun maestro o professore mi ha trattato cosi come ho visto sabato.

Altre Notizie