Sabato, 26 Mag, 2018

Narcotizzavano i passeggeri sui treni Napoli-Roma per derubarli: 4 arresti

Narcotizzavano passeggeri sui treni della tratta Napoli-Roma presa la banda 4 arresti Narcotizzavano e derubavano sul treno Roma-Napoli
Rufina Vignone | 13 Aprile, 2018, 00:42

Motivo? Derubarli dei loro averi e fuggire senza essere inseguiti. Sostanze soporifere talmente forti quelle sciolte all'interno delle bevande offerte che molte delle vittime si sono risvegliate a Roma; in più casi si sono rese necessarie cure mediche mentre un uomo ha addirittura riaperto gli occhi il giorno dopo aver bevuto i sonniferi. Si e' cosi' accertato che i responsabili salivano abitualmente sui treni nella stazione di Aversa, vicino Napoli. È iniziata così una serie di servizi di scorda a bordo dei treni più bersagliati dal gruppo criminale. Postisi a debita distanza ne osservavano le mosse notando che il tunisino prendeva posto di fronte ad un cittadino srilankese, e dopo pochi minuti di conversazione gli offriva del thè.

Nel pomeriggio di ieri 11 aprile, l'attività ha avuto l'epilogo sperato, infatti personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania, ha individuato un cittadino tunisino di 32 anni, che con fare sospetto si aggirava a bordo di un treno regionale scrutando viaggiatori e bagagli. A quel punto gli uomini della squadra di polizia giudiziaria intervenivano immediatamente, il tunisino cercava di darsi alla fuga ma veniva bloccato con non poche difficoltà dai poliziotti e tratto in arresto nei pressi della Stazione di Sessa Aurunca. I quattro delinquenti fermati dalla polizia ferroviaria, un algerino e tre egiziani, narcotizzavano le vittime con sostanze stupefacenti e poi le rapinavano mentre erano in uno stato di sonno o incoscienza.

La Polizia del Lazio ha poi individuato un gruppo di tre soggetti sospetti saliti alla stazione di Napoli Centrale che, aggirandosi per i vagoni, avevano scelto una vittima a cui avevano offerto del succo di frutta drogato e, una volta che la suddetta aveva perso i sensi, avevano iniziato a cercare oggetti di valore nelle tasche. Lo stesso dopo alcuni minuti cadeva in un sonno profondo ed i tre hanno inziato a rovistare nelle tasche del soggetto. Gli agenti li hanno bloccati alla stazione di Fondi.

Al momento le Forze dell'Ordine stanno indagando per capire se ci sono ancora complici a piede libero e quante siano state effettivamente le vittime della banda.

I tre, egiziani di 19, 26 e 36 anni, sono stati arrestati per tentata rapina pluriaggravata e lesioni personali aggravate e associati presso il carcere di Latina.

Sono in corso ulteriori indagini finalizzate all'identificazione di altre persone eventualmente coinvolte nella consumazione della attività delittuose.

Altre Notizie