Venerdì, 27 Aprile, 2018

Le prove di Macron inchiodano Assad: "Utilizzate armi chimiche in Siria"

Nella polveriera Siria la guerra fredda si scalda Presunto attacco chimico in Siria: tensioni per le modalità d'indagine
Remigio Civitarese | 13 Aprile, 2018, 10:41

Contrario alla guerra il leader Labour Jeremy Corbyn, che condanna come 'vergognoso' e 'immorale' qualunque uso di armi chimiche nel Paese, ma dice 'no' ai piani di un'azione militare immediata a guida Usa, invocando piuttosto un'indagine dell'Onu e una risposta multilaterale per fermare gli orrori del conflitto siriano: "Più bombe e più uccisioni non salveranno vite umane, ma spargeranno la guerra altrove". Lo ha precisato la cancelliera tedesca Angela Merkel: "La Germania potrebbe contribuire con un sostegno diverso".

Dopo l'ordigno esploso contro un veicolo militare lungo la barriera di difesa a Gaza, velivoli israeliani la notte scorsa hanno colpito obiettivi militari nella Striscia.

Siria, Macron: "Assad ha usato armi chimiche". Tra questi il premier italiano, Paolo Gentiloni il quale, al termine del colloquio con i ministri degli Esteri e della Difesa a Palazzo Chigi, ha dichiarato che "l'Italia non parteciperà ad azioni militari in Siria", sottolineando che "una soluzione stabile e duratura per il Paese potrà venire lavorando per la pace e dando spazio alle Nazioni Unite, a Staffan de Mistura e ai tavoli negoziali perchè non si perda la speranza".

In base agli accordi internazionali e bilaterali vigenti, l'Italia continuerà a fornire supporto logistico alle attività delle forze alleate, contribuendo a garantirne la sicurezza e la protezione. "Potrebbe essere molto presto o non così presto!", ha twittato, facendo parlare molti osservatori di parziale marcia indietro.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Guardando avanti, Macron ha detto che il momento dell'attacco sarà scelto per essere "efficace" e che bisogna pensare "alla Siria del futuro". In ogni caso gli Stati Uniti, sotto la mia amministrazione, hanno fatto un ottimo lavoro nel liberare la regione dall'ISIS.

Anche la Francia sta coordinandosi con Washington per partecipare ai raid sulla Siria mentre pressioni vengono esercitate sul governo britannico affinché si unisca alle operazioni belliche riconfigurando la stessa alleanza che nel 2013 era pronta ad attaccare Damasco dopo le accuse ad Assad di aver impiegato gas nervino contro i civili a Ghouta. Dov'è il vostro "Grazie America". Tra il rincorrersi delle dichiarazioni e delle controrisposte gli analisti internazionali come pubblicato oggi da Bloomberg hanno già osservato che gli avvertimenti dei lanci di missili intelligenti tramite la Twit-Diplomacy di Trump, hanno generato una caduta ai minimi del rublo sui mercati valutari paragonabile a sedici mesi fa, e allo stesso tempo un aumento della domanda di petrolio, che permetterebbe al Ministero delle Finanze di Mosca di incamerare in previsione maggiori entrate da investire nell'ammodernamento militare della Federazione Russa.

Altre Notizie