Venerdì, 27 Aprile, 2018

L'antica ceramica da vino di Grottaglie in mostra al Vinitaly 2018

IL CONSORZIO COLLI BERICI PORTA I VINI ROCK AL VINITALY Il vino italiano incontra il mondo, da domenica è Vinitaly
Remigio Civitarese | 13 Aprile, 2018, 08:25

La "collettiva" della Regione schiera 258 etichette che verranno presentate, nella Terrazza Marche, alla libera degustazione degli operatori.

Alla fiera parteciperà naturalmente il Ministero delle politiche agricole. "Sosteniamo questo percorso con iniziative mirate e la partecipazione agli eventi più prestigiosi, come il Salone di Verona". "La presenza sempre più significativa di aziende a Vinitaly ribadisce l'importanza di questa vetrina internazionale, e la scelta di presentarci come un'unica entità si conferma vincente. - afferma Filippo Mobrici, Presidente di Piemonte Land of Perfection - L'identità del Piemonte è riconosciuta a livello mondiale come veicolo di qualità e unicità, ed è in quest'ottica che Piemonte Land sta lavorando, per promuove le nostre denominazioni sui principali mercati internazionali e per posizionarli in quelli meno battuti: a maggio saremo presenti con una delegazione di produttori a Riga e Varsavia, a cui seguiranno le fiere di Londra e Hong Kong. Una grande opportunità da cogliere, in particolare con la versione rosato dell'Aglianico del Taburno che, ricordiamo, nel 2011 è stato il primo vini fermo rosato d'Italia ad ottenere il prestigioso riconoscimento della Docg".

"Gli eventi - conclude di Gioia - sono stati pensati con l'obiettivo di valorizzare le eccellenze enoiche pugliesi ma anche tutto ciò che ruota attorno al mondo del vino, e quindi i territori ove si originano i vitigni, la storia, la cultura, l'arte ad essi connessi. A Verona, insomma, ribadiremo anche il nostro impegno per la rinascita delle aree devastate dal sisma". Sono Aline Bao (Cina), direttore della divisione gradi vini di COFCO, Madhulika Bhattacharya (India), portavoce de La Cave enoteca di vini di alta gamma a Nuova Deli e Yumi Tanabe (Giappone), responsabile del maggiore concorso enologico giapponese "Sakura" che ha una giuria interamente femminile.

Due survey (indagini) su vini biologici e sulle nuove tendenze dei consumatori italiani sono al centro del convegno in programma per lunedì 16 aprile (ore 11.00) e realizzato dal Consorzio Vini Piceni in collaborazione con Nomisma Wine Monitor, mentre l'appuntamento "Vino e agroalimentare, la ricetta vincente per il futuro della Regione" (ore 15.00), fa il punto sulla forza trainante del binomio vino-cibo nella promozione del territorio, a partire anche dall'esperienza di Food Brand Marche e dalla case history del Verdicchio.

Fissa in testa la Francia, che rallenta a +12,1% ma intercetta con 164 milioni di euro ancora ben più di un terzo (38,44%) della domanda complessiva di vino cinese (430 milioni di euro). Nei quattro giorni si susseguiranno conferenze dedicate alle eccellenze nostrane: protagonisti saranno i prodotti tipici regionali enogastronomici.

"Vinitaly si è sempre dichiarato uno strumento di servizio per le istituzioni e il sistema delle imprese, in chiave business e di relazioni internazionali - spiega Maurizio Danese, presidente di Veronafiere -".

Domenica 15 aprile 2018 si apriranno le porte della 52° edizione di Vinitaly, il salone internazionale dei vini e dei distillati in programma fino al 18 aprile.

Altre Notizie