Domenica, 22 Aprile, 2018

Ore 5:11 nuova scossa di terremoto nel centro Italia

L'Aquila scossa con epicentro a Ocre ricalcolata in 3.5 la magnitudo Terremoto, scossa di 4,6 gradi nelle Marche
Irmina Pasquarelli | 12 Aprile, 2018, 04:55

Il vertice si terrà a Pieve Torina, già duramente colpita dal Terremoto dell'ottobre 2016 e che continua ad essere al centro dell'attività sismica che le strumentazioni Ingv stanno registrando nell'area.

Quattro famiglie, tutte residenti a Pieve Torina, sono stata fatte evacuare per i danni subite alle proprie abitazioni, un tempo agibili. Non ci sono stati crolli, ma ci sono stati aggravamenti su quelli che sono i danni delle abitazioni. Anche all'Aquila è stata registrata una scossa, con magnitudo 3,3. Lo indica la mappa della percezione del terremoto messa a punto dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), sulla base di 590 questionari compilati finora online dalla popolazione sul sito 'Hai sentito il terremoto?'. Oggi chiusura delle scuole. Alle 6.41 di questa mattina una scossa di magnitudo 3.3 si è verificata a Monterotondo Marittimo in provincia di Grosseto, a 8 km di profondità. Una forte scossa di terremoto di magnitudo 4.6 (inizialmente era stata attribuita intensità 4.7) è stata avvertita alle 5.11. "E' quindi possibile che la sequenza che si è attivata nell'agosto 2016 duri ancora non meno di un anno".

Il 31 ottobre in Molise, a San Giuliano di Puglia, il terremoto di magnitudo 5,7 avvenuto alle 11,32 del mattino ha provocato il crollo della scuola nel quale sono morti 27 bambini e un'insegnante; a poco più di 24 ore di distanza, alle 16:09 del primo novembre, è stato seguito da un'altra scossa di magnitudo 5,7. In alcune si sono staccati anche i pensili dalle pareti, in altre addirittura i boiler.

Trenitalia ha sospeso in via precauzionale la circolazione lungo la linea interna Civitanova Marche-Macerata per eseguire alcuni controlli sulla tenuta della strada ferrata.

Il sindaco di Camerino, Gianluca Pasqui, ha bloccato tutti gli accessi alla zona rossa, "tranne quelli delle ditte specializzate che stanno lavorando". Lo ha deciso la procura di Spoleto che ha accolto, in tal senso, una richiesta del comune di Norcia. Per constatarne l'entità bisognerà attendere il sopralluogo della Protezione Civile. "Mi sembra che questo fenomeno sismico stia andando a crescere, non a diminuire", sottolinea il sindaco ricordando le scosse dei giorni scorsi.

Altre Notizie