Venerdì, 27 Aprile, 2018

Alcolismo: 8,6 milioni di italiani a rischio, 800.000 minorenni

Alcol: aumenta il consumo occasionale e cresce ancora il fenomeno del “binge drinking” È la provincia più a rischio
Irmina Pasquarelli | 11 Aprile, 2018, 00:26

La maggioranza (circa 6 milioni) sono uomini. E' il quadro che emerge dalla 'Relazione del ministro della Salute sugli interventi realizzati in materia di alcol e problemi correlati', trasmessa al Parlamento. Dal 2006 al 2016 infatti la quota di consumatori giornalieri è passata dal 29,5% al 21,4 per cento mentre i consumatori fuori pasto sono passati dal 26,1% al 29,2 per cento. Ma preoccupa il fatto che, in questo dato, sono compresi circa 800.000 minorenni che consumano abitualmente alcolici e 2.7 milioni di adulti con età superiore a 65 anni. Le quote percentuali di consumatori a rischio di sesso maschile sono superiori a quelle delle donne per tutte le classi di età, ad eccezione di quella dei minorenni, dove invece le differenze non raggiungono la significativita' statistica.

Resta allarmante il fenomeno del binge drinking.

Tra i giovani e i giovanissimi cresce in particolare l'uso del binge drinking, cioè l'abitudine di assumere una gran quantità di alcol fuori dai pasti e in un breve arco di tempo. Aumenta il consumo di aperitivi, amari e superalcolici. Non più principalmente vino e birra, ma aperitivi, amari e superalcolici.

Altre Notizie