Venerdì, 22 Giugno, 2018

Formula 1, Vettel: "Ferrari affidabile e divertente da guidare, sono fiducioso"

Formula 1, Vettel: Formula 1, Vettel: "Ferrari affidabile e divertente da guidare, sono fiducioso"
Elettra Stolfi | 14 Marzo, 2018, 04:59

Sebastian Vettel, attraverso il sito delCavallino, si mostra fiducioso dopo i test di Barcellona e siprepara per la prima gara del Mondiale, il 25 marzo a Melbourne."Ora lavoreremo sullo sviluppo per esplorarne e migliorarneancora il potenziale - dice il tedesco, al quarto anno con laRossa - Ho molta fiducia nella squadra, conosco le capacità e ladedizione dei ragazzi di Maranello". È un Sebastian Vettel motivato quello che si affaccia al Mondiale in partenza a Melbourne tra meno di due settimane. Ma a tale punto interrogativo, interviene positivamente Vettel: "Abbiamo fatto un buon lavoro anche noi in termini di distanza percorsa, coprendo in totale 4.323 Km". Io ne ho fatti 875 in un giorno, l'equivalente di 188 giri, e un totale di quasi tremila! Ma Seb ha una sua precisa opinione al riguardo: "I nostri avversari, Mercedes e Red Bull, hanno usato un solo tipo di pneumatico per la simulazione di gara (medium, ndr). Questo non si può fare in un vero GP e ha un'influenza sulle strategie e sul risultato finale", ha insistito negando lo spauracchio Frecce d'Argento e Red Bull, quest'ultima apparsa ancora più forte rispetto all'ultima parte di 2017.

"Penso sia normale che, dopo i primi giorni di test, ogni squadra cerchi di portare il fornitore di gomme nella direzione che più si adatta alla propria vettura". Oltre alle alette che servono per "impennare" i flussi e permettere all'ala di lavorare meglio è apparso un semi-cono che ha fatto venire dubbi sulla possibilità da parte di Ferrari di implementare un "doppio" estrattore. Vettel e' pronto a mettersi alla guida della sua SF71-H.

"Non vedo l'ora, perché quando saremo là scenderemo tutti in pista nelle medesime condizioni. E come ho detto prima ho sensazioni positive".

"Tutti possono giudicare chi commette errori".

Vettal ha parlato così di Lewis Hamilton: "Lewis è un quattro volte iridato, uno dei migliori della Formula 1. È noto l'elevatissimo livello di Lewis o Fernando".

Lode implicita ai motoristi del Cavallio, guidati da Corrado Iotti, che stando agli attuali verdetti della pista, hanno svolto un lavoro certosino per quanto riguarda l'affidabilità della Power Unit Italiana, che in Spagan ha girato senza mai manifestare problemi (neanche sulle monoposto clienti, come Haas e Alfa Romeo-Sauber). Singapore non è stata facile da digerire perché la gara avrebbe potuto finire molto meglio, è stata dura da accettare. Per il primo ha voluto sottolineare: "E' un rivale in pista, ma non lo è nella vita". È andata così. Si poteva fare meglio?

Altre Notizie