Domenica, 27 Mag, 2018

Raoul Bova s'infuria a teatro: troppo squilli di cellulare

Bova abbandona spettacolo Catania Bova Catania Raoul Bova Catania Cultura Continui squilli di cellulare: alla fine Raoul Bova non rientra sul palco
Zaira Scannapieco | 13 Marzo, 2018, 18:45

Era al Metropolitan di Catania con Chiara Francini per lo spettacolo "Due" del regista Luca Miniero e in sala i telefonini continuavano a squillare, nonostante le numerose richieste degli organizzatori durante lo spettacolo stesso.

Ma l'avviso del produttore è rimasto inascoltato.

C'è da dire che la reazione di Bova, forse esagerata e poco da "show must go on" sempre e comunque, poteva anche avere le sue buone ragioni: pare, infatti che lo spettacolo sia stato più e più volte disturbato da fischietti, cinguettii e notifiche di cellulari accesi, talmente spesso da spingere il produttore, in occasione di una delle pause previste, a salire sul palco minacciando il pubblico di interrompere lo spettacolo qualore fossero squillati ancora. Dopodiché Raoul Bova, con un'espressione del volto che era tutta un programma, ha preso per mani Chiara Francini per ricevere gli applausi del pubblico, poi, come vuole la prassi, è uscito per lasciare la scena alla sua compagna. E compare nuovamente il membro della produzione che s'intrattiene col pubblico delle prime file: 'Chi non è capace di spegnere il cellulare resti a casa'. Neanche per sogno. Alla ripresa dello spettacolo 'Due', mentre Chiara Francini stava recitando un difficile monologo, si è sentito l'ennesimo squillo che ha spinto un arrabbiatissimo Raoul Bova ad abbandonare il palco, lasciando la sua collega da sola a scrutare dietro le quinte per capire cosa fare. Tanto che, come racconta la Nuova Sicilia, ha lasciato il palco per non tornare per gli applausi finali. Ma la cosa non si è placata.

Altre Notizie