Lunedi, 21 Mag, 2018

Emozione al Franchi prima di Fiorentina-Benevento per omaggio ad Astori

Fiorentina Benevento/ Streaming video e diretta tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live In ricordo di Astori: le dediche dei club di Serie A, il Franchi gremito per Fiorentina-Benevento, FOTO e VIDEO
Elettra Stolfi | 13 Marzo, 2018, 04:50

E proprio con i blucerchiati (a +3, le distanze si sono dimezzate) bisognerà recuperare la partita saltata nella domenica del lutto per Astori. Ci lascia una grande eredità, dobbiamo essere bravi a tenerlo sempre con noi e a ricordarlo sempre. La Fiorentina di Pioli è una squadra visibilmente scossa, che subisce per lunghi tratti della partita il possesso palla dei ragazzi di De Zerbi. I giocatori, durante il riscaldamento, hanno indossato la maglia numero 13 di Astori. Sono altri sessanta secondi strazianti, con ogni persona all'interno dell'Artemio Franchi ancora in piedi, stavolta ad applaudire.

Tante coincidenze, per il gol del difensore brasiliano della Fiorentina. E' un colore unico che non deve avere sfumature, è un numero che campeggerà per sempre in quel silenzio assordante che può solo unire, volare come "Le Rondini". Il gol è arrivato alle ore 13 in punto. Tanto cuore, ma idee un po' confuse, con Simeone stretto nela morsa dei centrali giallorossi non i grado di garantire profondità. Il Benevento si sveglia solo al 31' con Lombardi che di testa manda di poco alto un cross dalla destra. Il minuto di raccoglimento è avvolto in un silenzio assordante. Sessanta secondi dilatati, senza alcun rumore, con un meraviglioso applauso finale. Lo stesso il fratello Diego che, prima di entrare al Franchi, ha voluto soffermarsi davanti al "muro del pianto" eretto dai tifosi sulle cancellate.

Poi, il minuto 13′. I giocatori della Fiorentina, guidati da capitan Badelj, entrano in campo con un lungo striscione che recita "Ciao Capitano". L'esultanza è commovente, con l'autore della rete che va in panchina, prende una maglia con l'immagine del suo capitano, la solleva e la saluta come farebbe un sottufficiale con il suo generale. Le lacrime che caratterizzano l'intero pomeriggio, fino alla fine della partita.

Per una volta, oltre le bandiere e i campanilismi, il mondo del calcio e dei tifosi si è unito nel ricordo di un suo protagonista. La richiesta di un incontro è stata inoltrata, non è successo in questi giorni di dolore, forse accadrà prossimamente: Andrea Della Valle fa sapere che tornerà al Franchi.

Altre Notizie