Lunedi, 21 Mag, 2018

E' morto Ivano Beggio presidente dell'Aprilia che lanciò Biaggi e Rossi

Aprilia piange la scomparsa di Ivano Beggio Morto l'ex patron di Aprilia Ivano Beggio. Lanciò Rossi e Biaggi
Elettra Stolfi | 13 Marzo, 2018, 13:13

Beggio era nato a Rio San Martino di Scorzè il 31 agosto del 1944. Negli anni Settanta Beggio subentrò al padre Alberto nella gestione dell'Aprilia, che allora era ancora una piccola fabbrica artigianale di biciclette a Noale, nel veneziano, e la trasformò in quella che ora è la famosa azienda produttrice di motociclette e scooter. Ma anche Gramigni, Locatelli, Melandri, Poggiali e tanti altri.

Beggio fu insignito del titolo di "Cavaliere del lavoro" nel 1998, per aver portato l'Aprilia a "elevatissimi livelli di innovazione tecnologico-produttiva". L'azienda è passata da un fatturato di 7 miliardi di lire del 1982 agli oltre 970 del 1997. Da queste prime affermazioni si arriverà alla storia, perché Aprilia diventerà una potenza sia nel mondo delle corse (9 i titoli mondiali conquistati, più di 70 GP vinti, arrivando a confrontarsi con i colossi giapponesi) che in quello dell'industria, grazie a modelli destinati alla mobilità urbana tecnicamente innovativi. Fondò anche due associazioni: Amici del cuore e Salus Pueri. Poi la Superbike, con le vittorie di Troy Corser, l'acquisizione di Moto Guzzi e Laverda fino alla MotoGP con la RS Cube di Edwards e Haga e - purtroppo - le vicende finanziarie che, nel 2004, lo hanno costretto a cedere il gruppo al gruppo Piaggio.

E' stato anche presidente dell'Associazione degli Industriali della provincia di Venezia ma sarà ricordato sempre per essere stato il papà dello Scarabeo ("l'ho voluta come una cavallina - ci spiegò una volta - alta e con le zampette sottili") e della straordinaria RSV poi impegnata nel mondiale SBK.

Altre Notizie