Lunedi, 18 Giugno, 2018

Inter-Napoli 0-0, partenopei bloccati anche a San Siro: lo scudetto si allontana

Inter-Napoli Mertens e Icardi Inter-Napoli Mertens e Icardi
Elettra Stolfi | 12 Marzo, 2018, 19:45

"Probabilmente do delle percentuali sbagliate prima dell'inizio della partite".

Come all'andata: uno 0-0 che, però, questa volta assume un significato diverso. Da segnalare anche la prova di Gagliardini (preferito da Spalletti a Borja Valero, con anche Brozovic titolare al posto di Vecino): l'ex atalantino non ha lasciato respirare e creare i giocatori di qualità a disposizione di Sarri.

Ritmo alto e tanto agonismo, ma il primo vero squillo arriva soltanto al 37' con Candreva, che colpisce forte di sinistro ma non inquadra la porta. Dipende dalle caratteristiche dei calciatori. "Le nostre azioni prolungate nascono a sinistra, mentre a destra abbiamo calciatori che attaccano lo spazio". E' perchè lì la squadra sente di avere più qualità. Abbiamo praticamente mancato due rigori in movimento. Messaggio chiaro, forse brusco, ma sicuramente veritiero proprio per il fatto che per esprimere un determinato tipo di gioco siano necessaria caratteristiche tecniche non presenti in rosa. Stasera la squadra mi ha dato la sensazione di voler fare il 101%. In queste fasi quasi sempre abbiamo fatto male, non riuscendo a portare in fondo i tentativi di arrivare all'obiettivo. La risposta dei ragazzi è stata di ottimo livello.

Da non dimenticare, inoltre, come il calendario della Juventus si complicherà alla fine del campionato. "Cercheremo di rompere i co***oni fino alla fine". Battere i partenopei potrebbe ridare ai nerazzurri quelle certezze e quelle convinzioni che le sofferte affermazioni su Bologna e Benevento, le uniche gioie di questo interminabile e tribolato periodo, inevitabilmente non hanno potuto restituire.

Nel finale avrebbe voluto proporre Milik e Mertens insieme? Avevamo il predominio ma loro ripartivano bene. Fronte Inter, invece sono passi in avanti importanti, rispetto ai dolori degli ultimi tempi: squadra compatta, attenta, anche intensa. "Non ho mai pensato di giocare con quattro punte".

Maurizio Sarri ha risposto così: "Non ti mando a fare in cu*o per due motivi: sei carina e sei pure donna (ride, ndr)". La mossa si rivela però azzeccata perchè entrambi, in particolare il croato, giocano una buona partita arginando Hamsik, Jorginho ed Allan. Io mi sento responsabile del fatto che la squadra faccia il 101%. Non si può parlare di delusione se la Juve è prima, ci sarebbero dovuti essere parecchi suicidi negli ultimi sette anni.

Altre Notizie