Martedì, 19 Giugno, 2018

Spotify va in guerra contro versioni pirata della sua applicazione

Spotify va in guerra contro versioni pirata della sua applicazione Spotify va in guerra contro versioni pirata della sua applicazione
Carmela Zoppi | 08 Marzo, 2018, 09:51

L'account base legato all'applicazione Spotify è di per sé gratuito. Grazie ad un APK su Android o ad un App Store alternativo su iOS, è stato possibile installare una versione gratuita di Spotify rimuovendo gli annunci e permettendo di scaricare la sua musica localmente, senza mai essere disturbata.

Nonostante questi numeri piuttosto positivi, in più riprese, i creator che aderiscono al programma streaming di Spotify hanno dichiarato di non ricevere moltissimo dal programma, complice forse lo scarso numero di Euro che ricevono per play di una traccia.

Spotify ha, a livello mondiale, 159 milioni di utenti attivi, ma di questi solo 71 milioni pagano l'abbonamento mensile. Tra queste scaricare musica offline, aumentare la qualità audio ed eliminare la pubblicità.

Se avete una versione modificata dell'app che vi consente di usufruire gratuitamente del servizio Premium, presto verrete bloccati da Spotify.

Gentile utente abbiamo rilevato un' attività anomala sull'app che stai usando, pertanto l'abbiamo disabilitata. Sui forum specializzati alcuni utenti hanno segnalato la ricezione della mail, ma non è chiaro quale possa essere l'impatto di tale iniziativa poiché i più furbi potrebbero aver creato account con mail temporanee.

Sembra però che il sistema implementato da Spotify non funzioni correttamente.

Tutto ha inizio qualche giorno fa, quando alcuni utenti che abitano negli Stati Uniti hanno ricevuto un'email da parte di Spotify. La società ha anche chiesto a Github di rimuovere Dogfood, un popolare fork per creare versioni crackizzate di Spotify.

Nell'email, Spotify dice le seguenti parole: "Se rileviamo l'uso ripetuto di app non autorizzate in violazione dei nostri termini, ci riserviamo tutti i diritti, inclusa la sospensione o la chiusura del tuo account". Nato dal desiderio di combattere la musica dei pirati offrendo un'alternativa più semplice, Spotify alza il tono.

Nel corso degli ultimi giorni l'azienda ha dichiarato guerra al problema andando a disabilitare l'applicazione modificata.

Altre Notizie