Martedì, 19 Giugno, 2018

Policlinico Palermo, farmaco prescritto illegalmente: indagati un ricercatore e un docente

Truffa al Policlinico sequestrati beni a ricercatore 08/03/2018False prescrizioni di farmaci. Indagato anche un docente universitario
Irmina Pasquarelli | 08 Marzo, 2018, 18:52

I carabinieri dei NAS, dopo indagini svolte nei riguardi di un docente universitario della facoltà di medicina e chirurgia dell'Università degli Studi di Palermo e di un medico ricercatore in servizio nella stessa facoltà, hanno proceduto nei confronti di quest'ultimo ad un sequestro preventivo, anche per equivalente per oltre 100mila euro. Controllo che ha appurato l'esistenza tra il 2014 e il 2016 di 204 pratiche irregolari su piani terapeutici a base di ormone della crescita (ormone somatotropo). La somma sottoposta a sequestro è l'equivalente dello stipendio percepito dal ricercatore e grazie al suo contratto di lavoro a tempo determinato e a tempo pieno che lo vincolava all'università negli anni in cui svolgeva senza autorizzazione la libera professione. Il medico ricercatore, inoltre, è accusato anche di truffa aggravata a danno dell'Università degli Studi di Palermo.

Le prescrizioni illecite, tutte fra il 2014 e il 2016, erano sottoscritte proprio dal ricercatore universitario, a 133 pazienti, per una spesa complessiva di quasi 850.000 euro, utilizzando il formulario identificativo dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico "Paolo Giaccone" di Palermo. I pazienti venivano anche sottoposti a visita in un centro medico privato.

Altre Notizie