Martedì, 19 Giugno, 2018

Vaccini, i bimbi non in regola saranno sospesi

Vaccini, i bimbi non in regola saranno sospesi Vaccini, i bimbi non in regola saranno sospesi
Irmina Pasquarelli | 07 Marzo, 2018, 21:20

Dopo, le scuole faranno una comunicazione scritta alle famiglie: entro 10 giorni dal ricevimento dell'avviso dovranno mettere in regola i figli e presentare alla scuola la documentazione relativa all'avvenuta vaccinazione. Saranno le aziende sanitarie locali a contattare direttamente le scuole e a consegnare entro il 10 marzo l'elenco degli inadempienti.

Per quelle famiglie invece che all'iscrizione a scuola dei figli hanno dichiarato di aver fatto richiesta all'Asl di competenza di somministrare le vaccinazioni mancanti, dovranno attestare di aver effettivamente richiesto la prenotazione e dovranno assicurarsi di effettuare la vaccinazione.

Per i nidi e le scuole materne, i bambini i cui genitori/tutori/affidatari non avranno presentato la documentazione, saranno sospesi dal servizio e potranno essere riammessi solo dopo la presentazione della documentazione.

Un discorso diverso, con una diversa scansione temporale, vale per le regioni che hanno attivato un'anagrafe vaccinale, tra cui ad esempio il Veneto, la Lombardia ma anche il Lazio.

Per coloro che frequentano la scuola dell'obbligo (7-16 anni), si legge in una nota della Regione, la mancata presentazione della documentazione non determinerà il divieto di accesso né impedirà la partecipazione agli esami. Anche nell'ultima emanata il 27 febbraio dai due ministeri si specifica che entro questo sabato i genitori inadempienti "che abbiano presentato la dichiarazione sostitutiva, dovranno presentare alle scuole la documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie". Tutto quanto sopra, per l'anno scolastico in corso, 2017-2018. In quel caso ci sarà tempo fino a fine mese per mettersi in regola.

Per i nidi e le scuole materne, i bambini non in regola con gli adempimenti vaccinali, i cui genitori/tutori/affidatari non presentino la documentazione idonea a dimostrare la regolarità della loro posizione, saranno esclusi dal servizio e potranno essere riammessi solo dopo la presentazione della documentazione richiesta.

Dopo il decreto vaccini del 2017, le vaccinazioni obbligatorie per i bambini da 0 a 16 anni sono passate a 9: antipoliomielitica, antidifterica, antitetanica e antiepatite B, antipertosse, antihaemophilus influenzae tipo B, antimorbillo, antirosolia, antiparotite (MPR).

Ladispoli - "Il 10 marzo scade il termine ultimo per presentare alle scuole le certificazioni che attestano l'avvenute vaccinazioni per i dieci vaccini obbligatori previsti dalla legge".

Altre Notizie