Martedì, 19 Giugno, 2018

Politiche 2018: i risultati dell'Isola del Giglio

Elezioni politiche 2018 Elezioni politiche 2018
Remigio Civitarese | 06 Marzo, 2018, 22:14

A trionfare, primo partito su tutti, il Movimento 5 Stelle, mentre si conferma il primato del centrodestra tra le coalizioni in lizza. La coalizione, stando alla seconda proiezione Opinio per il Senato è al 36%.

eElezioni 2018 affluenza. Ore 23.00 chiusi i seggi ed ultimi dati sull'affluenza alle urne degli aventi diritti al voto comunicati dal Viminale.

Elezioni 2018, sconfitta PD, Renzi si dimette?

Superata quota 73%, quasi due punti in più rispetto alle precedenti elezioni. E' quanto si apprende dal sito del ministero dell'Interno.

Inoltre, abbiamo atteso 5 anni per avere una legge elettorale: difficile che ora si riesca a trovare un accordo in tempi brevi.

Alle 12, l'affluenza è stata del 19,43% degli aventi diritto. E ancora: "Ci si rialza sempre dopo una brutta caduta e io mi rialzo con la voglia di continuare a camminare, mettendomi a disposizione di future sfide e progetti". Quindi il risultato finale potrebbe anche essere ritoccato all'insù. Nel centrodestra, Forza Italia è il primo partito in centro con il 17%, mentre la Lega è intorno al 15%; in periferia ruoli invertiti con la Lega al 20% e Forza Italia al 14%. Come al solito, finiscono prima e arrivano prima i risultati dove ci sono pochi elettori.

Le operazioni di voto si sono svolte senza particolari intoppi ma con qualche rallentamento sulle procedure. Con il centrodestra a trazione leghista è uno scenario inimmaginabile e dovrebbe esserlo anche con i Cinque Stelle che per tutta la XVII legislatura hanno dipinto i dem come il male assoluto. In alcune regioni d'Italia, soprattutto al Sud, il Movimento 5 Stelle è arrivato vicino al 50 per cento; ma ha ottenuto vittorie importanti anche al Nord, per esempio battendo i partiti autonomisti in Val d'Aosta. Ma vediamo le percentuali.

AFFLUENZA ALLE 12. È stata del 19,43% l'affluenza alle 12 alle urne. Motivo per cui ci si può aspettare di tutto.

Dei 44.510 elettori che avevano diritto al voto per il rinnovo della Camera hanno votato 27.528 votanti per una percentuale pari a (61.85%) nello specifico 13.749 donne (59.26%) e 13.779 uomini(64.66%). E' il presidente che stacca il "tagliando antifrode" e, solo dopo aver verificato la corrispondenza del numero del codice con quello annotato al momento della consegna della scheda, la inserisce nell'urna. Alla voce 'elezioni dati' emerge ora un dato significativo, nonostante i risultati definitivi si conosceranno nel corso della giornata.

Altre Notizie