Martedì, 19 Giugno, 2018

4 marzo. Schede elettorali munite di un tagliando anti-frode

VERSO IL VOTO VERSO IL VOTO
Irmina Pasquarelli | 04 Marzo, 2018, 06:21

Dal Settore Istituzionale e Finanziario Ufficio Servizi Demografici si comunica che l'ufficio elettorale del Comune di Assisi è a disposizione per il rilascio della tessera elettorale in caso di deterioramento, smarrimento, furto, mancata consegna o esaurimento in essa degli spazi per la certificazione del voto.

In sostanza ogni elettore avrà una scheda dotata di un codice che verrà segnato in corrispondenza del nome del votante sulle liste presenti al seggio. Per quanto riguarda la prima parte, ad essere eletto è il candidato più votato.

Come sappiamo, si vota con un sistema misto uninominale/proporzionale. Untol "tagliando antifrode" ha un codice progressivo alfanumerico, che sarà annotato sul registro al momento dell'identificazione dell'elettore con il documento di identità e della consegna della scheda. Ogni lista o coalizione di liste è collegata a un solo candidato. L'assegnazione dei restanti seggi del territorio nazionale (386 alla Camera e 193 al Senato) avviene con il metodo proporzionale in collegi plurinominali.

Per l'elezione della Camera possono votare i cittadini che alla data di domenica 4 marzo hanno compiuto diciotto anni; per l'elezione del Senato possono votare i cittadini che alla data di domenica 4 marzo hanno compiuto il venticinquesimo anno di età. Per la camera dei Deputati si è passati da 26,8 milioni del 1948 a 36,4 milioni delle ultime elezioni (+35,7%); per il Senato da 23,8 milioni si è saliti a 33,4 milioni (+40,1).

Non se n'è parlato molto, ma una delle novità delle elezioni del 4 marzo - oltre al ritorno, sulle schede, dei nomi dei candidati e al fatto che si voterà per un giorno soltanto (non accadeva più dal 2001) - è il tagliando antifrode, una misura espressamente prevista dalla nuova legge elettorale (Rosatellum).

Solo dopo tale controllo il presidente del seggio inserisce la scheda stessa nell'urna. Una volta recatosi all'interno della cabina, l'elettore potrà tracciare un segno sul simbolo del partito preferito e, di conseguenza, verrà anche assegnato il voto al candidato da esso supportato. Non sarà, comunque, possibile scegliere il singolo candidato dei listini. "L'elettore, insieme alla scheda, deve restituire al presidente anche la matita".

I politici ci vanno a nozze e al tempo stesso sono terrorizzati, che grande Circo Barnum queste elezioni! Le sezioni saranno 61.552. Chi avesse smarrito la propria tessera, potrà chiederne il duplicato agli uffici comunali, che saranno aperti da martedì 27 febbraio a sabato 3 marzo, dalle ore 9 alle ore 19, e domenica 4 marzo, giorno della votazione, per tutta la durata delle operazioni di voto.

Ponendo due "X": una sul nome del candidato uninominale ed una su uno dei partiti che compongono la coalizione. Cambia invece quello dello spoglio: quello del Parlamento comincia subito dopo la chiusura dei seggi, dunque, alle 23. A vincere sarà il candidato presidente più votato, anche con una sola preferenza in più, mentre per i consiglieri regionali c'è un meccanismo proporzionale con premio di maggioranza.

Altre Notizie