Martedì, 19 Giugno, 2018

Sclerosi multipla, scoperta una tecnica per ridurre l'infiammazione

Sclerosi multipla, scoperta una tecnica per ridurre l'infiammazione Sclerosi multipla, scoperta una tecnica per ridurre l'infiammazione
Irmina Pasquarelli | 02 Marzo, 2018, 15:56

L'iniziativa ha ricevuto il supporto fondamentale anche delle maggiori compagnie telefoniche: dal 25 febbraio all'11 marzo si può inviare un sms o chiamare il numero solidale 45567; i fondi raccolti andranno a sostenere un progetto di ricerca scientifica sulle forme progressiva di Sclerosi multipla, le più gravi, ancora oggi orfane di terapie.

Un nuovo metodo diagnostico per riconoscere la sclerosi multipla e non scambiarla con malattie che le somigliano. Secondo un recente studio, infatti, si è messo in evidenza un meccanismo molecolare che consente di migliorare l'azione delle terapie con cellule staminali neurali. La scoperta è stata resa possibile grazie a un team di scienziati della Wellcome trust, Medical research council stem cell institute dell'università di Cambridge, coordinati da Stefano Pluchino. In fase infiammatoria queste ultime, insieme ai macrofagi, "riciclano" il succinato, un prodotto derivante dal metabolismo cellulare. Tale attacco consiste in un processo infiammatorio che colpisce aree circoscritte del sistema nervoso centrale e provoca la distruzione della mielina e delle cellule specializzate, gli oligodendrociti, che la producono. Lo studio, condotto con il sostegno dell'Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism) e della sua Fondazione (Fism), ha richiesto la collaborazione di diversi ricercatori italiani tra cui anche Luca Peruzzotti-Jametti.

Il 3, il 4 e l'8 marzo, per la Festa della Donna, in 90 piazze di Brescia e provincia 250 volontari della sezione AISM di Brescia invitano a scegliere (con un contributo minimo di 15 euro l'una) una pianta di gardenia o una di ortensia, o entrambe, per sostenere la ricerca e l'assistenza, due facce della stessa medaglia: l'impegno a fianco delle persone con sclerosi multipla. Ogni anno si stima che in Italia vengano diagnosticati 3.400 nuovi casi: 1 ogni 3 ore.

"La sclerosi multipla è la più frequente malattia invalidante dei giovani, in cui meccanismi patogenetici autoimmunitari determinano lesioni infiammatorie-demielinizzanti nella sostanza bianca del sistema nervoso centrale e sintomi neurologici caratteristici - spiega Massacesi - La diagnosi della malattia viene fatta sia clinicamente che attraverso esami strumentali o di laboratorio, in particolare con la risonanza magnetica dell'encefalo e del midollo spinale".

Altre Notizie