Giovedi, 21 Giugno, 2018

Sedici casi di morbillo in Calabria a gennaio 2018

Nell’infografica realizzata da Centimetri i paesi colpiti e i dati OMS sui fattori Nell’infografica realizzata da Centimetri i paesi colpiti e i dati OMS sui fattori
Irmina Pasquarelli | 24 Febbraio, 2018, 01:22

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha resi noti noti alcuni dati: "A gennaio 2018 si sono registrati in Italia 164 casi di morbillo e due morti, una persona di 41 anni e una di 38, per grave insufficienza respiratoria", tra questi 164 casi ci sono stati molti ricoveri per complicanze polmonari. A lanciare l'allarme il ministro della salute, Beatrice Lorenzin.

Secondo i dati pubblicati solo nel mese di gennaio 2018 in ben dodici regioni italiane ci sono stati 164 casi di morbillo.

Ad Arezzo, nel frattempo, i medici hanno sciolto la prognosi per la donna 28enne che milita nelle file dei "no vax" e che si era rivolta lunedì scorso al pronto soccorso dell'ospedale San Donato lamentando dolori addominali, febbre alta e difficoltà a respirare. "Non fatevi abbindolare da questi personaggi che stanno cavalcando posizioni antiscientifiche la vaccinazione resta l'unica arma di difesa". "Sono decedute per morbillo due persone, non vaccinate, rispettivamente di età 38 e 41 anni, entrambe per insufficienza respiratoria". Nel 40% dei casi è insorta almeno una complicanza, oltre la metà dei pazienti è stata ricoverata, 12 per polmonite. Più dell'80% dei casi di ammalati è arrivato da 4 specifiche regioni: Lazio, Sicilia, Calabria e Liguria. "Bisogna vaccinare i bambini e mettere in sicurezza gli adulti che non si sono vaccinati quando erano piccoli".

Tutte le vittime erano non vaccinate al momento del contagio e in tutti i casi, ad eccezione di uno, erano presenti altre patologie di base. Il morbillo è una malattia serissima, si può morire, ci sono complicanze gravissime.

Dall'inizio del 2013 sono stati segnalati 10.320 casi di morbillo in Italia e 215 di rosolia in Italia, precisa il rapporto mensile diffuso oggi dall'Istituto superiore di sanità. Nel dettaglio, dall'inizio del 2013 sono stati segnalati 10.320 casi di morbillo di cui 2.269 nel 2013, 1.695 nel 2014, 255 nel 2015, 861 nel 2016, 5.076 nel 2017 e 164 nel 2018 (nel mese di gennaio).

La Romania ha segnalato il numero più elevato di casi, seguita dall'Italia, dalla Grecia e dalla Germania.

È la Romania il Paese che ha fatto registrare più casi di morbillo in Europa nel 2017, seguita dall'Italia. Sette Stati Membri hanno riportato un tasso di notifica inferiore a 1 caso/milione di abitanti. Il 93% dei casi, fa sapere l'Iss, era non vaccinato o vaccinato con una sola dose. Le rimanenti otto Regioni hanno segnalato ognuna meno di 10 casi nel periodo considerato.

Altre Notizie