Martedì, 22 Mag, 2018

Monchi: Pallotta renderà la Roma vincente

Nessun rimpianto: Monchi e la cessione quasi obbligata di Salah Monchi: Pallotta renderà la Roma vincente
Elettra Stolfi | 15 Febbraio, 2018, 17:56

"Da quando sono arrivato ho capito quanto i tifosi vogliano bene a questa società, mi sono innamorato di Roma e della Roma'".

Il direttore sportivo della Roma, Monchi, è intervenuto in giornata ai microfoni di Sky Sport per parlare di alcuni punti focali in casa giallorossa. Prima, però, dobbiamo trovare la strada giusta per vincere e creare una società per poterlo fare continuamente. Gli arrivi estivi, salvo il rientro alla base di Pellegrini e l'acquisto di Kolarov, sono stati praticamente un flop, ed inoltre sono stati ceduti pezzi da 90 come ad esempio Salah, ma anche Paredes ed Emerson Palmieri.

-Su Schick come eventuale sostituto di Dzeko: Il direttore, nonostante abbia confermato di provare ammirazione per le qualità indiscusse di Patrik Schick, ha confermato che in caso di partenza del bosniaco alla Roma sarebbe arrivata una prima punta: "Avremmo preso sicuramente un sostituto di Edin. Anche se la fiducia in Schick è tanta avremmo preso sicuramente un altro sostituto". C'è bisogno di tempo. "Mi metto nella testa dei tifosi e capisco le loro necessità". "Nella mia carriera non sono mai arrivato ai Quarti di finale di Champions League e questa potrebbe essere un'occasione per farlo". Anche per me, che non sono mai arrivato ad un quarto di finale.

Che consiglio si sente di dare alle società italiane rispetto all'Europa League?

"E' stata fondamentale per la nostra crescita". Poi con Neymar e Mbappé che hanno fatto saltare il mercato... però ci serviva vendere. "Per questo l'hanno preso, io credo che si tratti di un ottimo calciatore". Per il Dzeko non eravamo convinti e non lo abbiamo ceduto, al contrario è stato per Emerson.

"Magari, noi ne saremo contenti". Se un club vende un giocatrore è perchè ll'operazione conviene.

Si sa, del senno di poi, pare suggerire Monchi davante alle telecamere, son piene le fosse.

DEFREL E SCHICK - Su tutte i due attaccanti, due gol fino a questo momento: "Fino a oggi abbiamo speso 5 milioni per Schick e 6 per Defrel". Il suo ruolo è l'attaccante, ma può fare anche l'esterno: un buon giocatore gioca bene ovunque.

Certo, un ds gestisce il 75-80% di quello che ha la società.

"Se avrei venduto Francesco Totti per 200 milioni? Lui è romanista, sono convinto che resterà qui per tanti anni".

A che ora arriva a Trigoria?

Erano altri tempi. In Spagna c'erano portieri non troppo alti, ero bravo nell'uno contro uno. "Voglio costruire una Roma più vicina a quello che i tifosi desiderano, ora siamo distanti dal nostro obiettivo", ha chiarito il diesse alla fine di un mercato che ha condizionato i giallorossi in campo e scatenato la bufera sugli spalti.

Altre Notizie