Giovedi, 26 Aprile, 2018

Juventus-Tottenham 2-2. Kane-Eriksen rimontano la doppietta di Higuain

Le 5 verità che ci ha lasciato Juventus-Tottenham Champions League – La Juve fa e disfa, pari Tottenham in rimonta
Elettra Stolfi | 14 Febbraio, 2018, 15:30

Pochettino risponde con un modulo speculare: davanti a Lloris, difesa a quattro con Aurier, Sanchez, Vertonghen e Davies. Dietro Harry Kane, completano la trequarti Lamela e Dele Alli. A far legna, infine, Dembelé e Dier.

Il due a zero è stato ritenuto dagli juventini bottino più che sufficiente, meglio rallentare ed aspettare il momento propizio per affondare la lama in contropiede: errore perché il Tottenham si è preso il centrocampo, ha invocato un rigore che forse ci stava e a quel punto è stato l'altro centravanti a salire di tono, Kane contro Buffon, ispirato dalla prospettiva di tornare in Nazionale. Che inizio, per la Signora, particolarmente galvanizzata dal vantaggio ed immediatamente pericolosa cinque minuti dopo, quando un cambio di gioco di Manduzkic verso Bernardeschi costringe Davies ad un intervento rivelatosi però falloso: nessun dubbio per Byrch e calcio di rigore per la Juventus. Dagli undici metri Higuain incrocia il suo destro e fa 2-0 con Lloris che intuisce ma senza riuscire ad evitare che il pallone gonfi la rete. Grande parata su Bernardeschi in avvio di ripresa. I due gol iniziali di Higuain sono stati un lampo. Gli Spurs hanno così cominciato a prendere campo: al 15′ Kane ha provato ad approfittare di un'indecisione della difesa juventina, sbagliando la conclusione, poi si è lamentato per un contatto in area con Chiellini. Gigi ha salvato su Kane, abbiamo avuto l'occasione del 3-0.

Arrivato in estate dal Bayern Monaco, Douglas Costa sta dimostrando perché la Juventus abbia deciso di investire tanto su di lui. Sul dischetto Higuain alza troppo il tiro e colpisce la traversa, mancando il colpo del possibile 3-1. Finisce dunque così la prima frazione.

Pareggio con rimpianto. Non può essere altrimenti per una Juve che alle 20.50 di quella che doveva essere una serata da affrontare con prudenza conduceva già per 2-0. Alterna buone chiusure a black out che minano le sicurezze della Juventus e si prende un gran rischio spingendo Kane, ma l'arbitro Brych valuta il contatto regolare.

Higuain 6.5: implacabile a sfruttare le prime due occasioni che gli capitano. Finta di Lamela, traiettoria rasoterra di Eriksen che passa sotto le gambe della barriera e beffa Buffon. Il finale di frazione é una sofferenza per i padroni di casa, che però proprio nell'unico minuto di recupero ricevono un inatteso cadeau: Douglas Costa viene falciato dopo uno spunto in area inglese, ancora rigore.

E' però un tentativo sterile, quello dell'ex Fiorentina, con la Juventus che cerca di pareggiare senza però trovare il guizzo del 3-2. Per preoccupare il portiere ospite si deve infatti aspettare addirittura l'85', quando da corner è Benatia a sparare altissimo.

Il 17 si rivela un numero funesto anche per la Juventus.

Altre Notizie