Domenica, 27 Mag, 2018

Firenze, Patto per la Sicurezza: Parla il Ministro Minniti

Silvio Berlusconi, Marco Minniti: Caro Matteo, dedicati all'Europa e lascia Gentiloni al governo. Il messaggio di Minniti a Renzi
Rufina Vignone | 14 Febbraio, 2018, 21:17

"Questo non è solo un patto per la sicurezza ma è un patto per Firenze bella e sicura - ha esordito il ministro Minniti -. Del resto gli stessi immigrati regolari ci chiedono di fare di più su questo terreno, e quindi pretendere il rispetto delle regole e reprimere i reati non è razzismo ma la base della convivenza civile" lo dichiara la vicepresidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi, candidata alla Camera collegio uninominale Firenze-Scandicci dopo la firma del Patto per la sicurezza siglato oggi tra il ministro dell'Interno Marco Minniti e il sindaco di Firenze, Dario Nardella. "Sono grato che qui con me siano presenti sia il Capo della Polizia e sia il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri per dare anche un senso di fortissima unità di coloro che operano sul territorio". Nello specifico è previsto l'arrivo di 13 pattuglie per un totale di 26 agenti, 5 pattuglie di polizia, 5 dei Carabinieri e 5 della Finanza. "A me non interessa la carta d'identità del killer, ma che stia in galera e che ci resti". Anche perché, "è importante separare le questioni di immigrazione, sicurezza ed emergenza".

Marco Minniti, attuale Ministro degli Interni, ha promesso alla Città di Firenze un notevole ampliamento che riguarderà gli organici di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza in base al Patto per la sicurezza del capoluogo toscano.

"Noi ribadiamo con forza che siamo orgogliosamente antifascisti e che questo paese è orgogliosamente antifascista". Atteso dalle massime autorità cittadine, dai vertici della Magistratura e delle Forze dell'ordine, il ministro, accompagnato dal prefetto Alessio Giuffrida, è arrivato in aereo a Firenze, dove lo attendono anche altri appuntamenti elettorali. Questi i punti del patto chiamato "Patto Firenze sicura". In Prefettura è prevista una cabina di regia tra le forze dell'ordine e il Comune e aumenteranno le telecamere in città: "Abbiamo intenzione di arrivare a 950 - ha detto Nardella - ora siamo a 450".

Contesta il patto invece la consigliera comunale di Potere al Popolo Miriam Amato: "L'unica vera 'sicurezza', di cui c'è bisogno, è di un lavoro sicuro, di servizi sociali efficienti e per tutti, di sanità pubblica gratuita e di qualità, di una casa dignitosa, di una scuola che non formi i nuovi schiavi di domani".

Altre Notizie