Domenica, 27 Mag, 2018

Carabiniere morto per un colpo accidentale. Tragedia nell'Arma

Carabiniere morto durante un'esercitazione: l'arma doveva essere scarica Milano, carabiniere ucciso da un collega durante esercitazione in caserma
Rufina Vignone | 14 Febbraio, 2018, 21:14

Al piano - 2 della caserma di Via Vincenzo Monti a Milano si trova l'area riservata alle esercitazioni. Secondo quanto comunicato dai carabinieri si sarebbe trattato di un colpo accidentale esploso per errore.

"Andrea Vizzi era impegnato in un'operazione di addestramento in cui interpretava il ruolo dell'aggressore, era uno scenario con un soggetto con problemi psichici armato di coltello". Vizzi faceva parte da un anno delle Api (Aliquote primo intervento) in forza al nucleo Radiomobile, prima era stato in servizio ad Arese. Il 33enne sarebbe stato centrato da un collega che è stato trasportato in stato di choc in ospedale. A loro l'ingrato compito di avvisarli sulle circostanze che hanno portato alla scomparsa.

La zona, in cui si è verificata la #tragedia, è proprio all'interno della caserma stessa, in un garage che veniva utilizzato per le esercitazioni [VIDEO]: in quel caso si stavano mettendo a punto delle tecniche di intervento speciale.

Il carabiniere - l'appuntato Andrea Vizzi, 33 anni - è stato subito soccorso dal 118, ma è arrivato in ospedale quando ormai era troppo tardi. Ecco chi era il carabiniere Andrea Vizzi. Originario di Lecce, l'appuntato non era sposato e non aveva figli. Immediato il cordoglio da parte del capo di Stato maggiore della Difesa, il Generale Claudio Graziano, che attraverso una nota ufficiale ha espresso ai familiari del militare e al comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, il Generale Giovanni Nistri, "profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza a nome delle Forze Armate e suo personale".

Altre Notizie