Sabato, 21 Aprile, 2018

Io trattato da Salvini con metodi stalinisti

Politica in tilt. Orgia di promesse insensate Roberto Maroni vs Matteo Salvini/ “Ha usato metodi stalinisti”. La replica: “Non ho tempo per litigare”
Rufina Vignone | 14 Gennaio, 2018, 05:07

"Consiglierei a Salvini di ricordare che fine ha fatto Stalin e che Lenin definiva l'estremismo la malattia infantile del comunismo". Qui è assediato dai cronisti. Viva Salvini premier". "Mi sono sfogato - ha aggiunto - perché mi sono sentito trattato un pò male, fine.

Secondo Maroni, il segretario della Lega sapeva tutto da mesi, e dopo di lui anche Berlusconi: "è stato Salvini a concordare con me le tempistiche dell'annuncio, io sono un leninista convinto ma non avrei pensato di ritrovarmi di fronte un leader stalinista", torna a ribadirlo il Governatore lombardo dell'ultima legislatura. A chi gli chiedeva se, come ipotizzato dal quotidiano La Stampa, sia pronto a lanciare una sua fondazione ha risposto: "No ho altri progetti in mente fuori dalla politica e sono molto felice di questa scelta perché è una vita nuova".

ROMA "Basta con le polemiche, non mi occupo più di politica perché, come ho detto, me ne libero e me ne vado, lascio e quindi così sarà". E su una possibile intesa post-elezioni con il Movimento 5 Stelle Salvini ha chiuso la porta con un perentorio "cambiano idea troppo spesso per poterci fare i patti".Continua, dunque, il tentativo del centrodestra di mostrarsi (ed essere) un fronte comune, nonostante marcate divergenze anche su temi centrali della campagna elettorale.

Maroni non esita a definire "spiacevole" la vicenda e ad ammettere che "poteva essere gestita meglio". "Adesso impegno sulla Regione: abbiamo delle partite da chiudere. I fuori corso che nel frattempo fanno altre cose, come Di Maio, che ancora non si è laureato". Scelgano il candidato che unisce lo schieramento. Mi spiace il cinismo e la slealtà nei confronti di chi l'ha creato. Io nella vita ho fatto il deputato, il senatore, il capogruppo, il vicepresidente del senato, il ministro, sempre eletto in tutti i contesti. "Mi auguro solo che Berlusconi, Salvini e la Meloni facciano in fretta e scelgano rapidamente, aspetto solo di sapere chi sarà".

Altre Notizie