Venerdì, 19 Gennaio, 2018

Paola Perego: "Vorrei un figlio. Sarei una nonna pazzesca"

Paola Perego tornerà presto in Rai alla conduzione del programma Superbrain Paola Perego tornerà presto in Rai alla conduzione del programma Superbrain
Zaira Scannapieco | 12 Gennaio, 2018, 12:20

La chiusura di Parliamone sabato è ormai un brutto ricordo. Così la conduttrice definisce la sua nuova avventura in prima serata su Rai1 dal 12 gennaio con "Superbrain - Le supermenti" (già da lei condotto tra il 2012 e il 2013), che vede protagoniste persone con capacità mentali straordinarie che si sfidano tra loro.

Con l'attuale dirigenza i rapporti sono distesi e per la Perego il rientro a Viale Mazzini è un nuovo inizio, come lei stessa racconta in quest'intervista a TvZoom. "Ho commesso i miei errori, ho pagato pegno e sono andata avanti". "Mi sono sentita vittima di un'ingiustizia atroce senza capirne le motivazioni": lo ribadisce la Perego, a proposito dello stop alla sua ultima trasmissione, nell'incontro con i giornalisti. "Se impazzissi potrei ancora andare a Barcellona e fare un figlio".

Non soffoca il desiderio di maternità Paola Perego che, alla soglia dei 51 anni, confessa che le piacerebbe ancora stringere tra le braccia in bambino. "Io e Lucio (Presta, suo marito, ndr) saremo dei nonni pazzeschi".

GRANDI OSPITI Non ci saranno solo i 'cervelloni' migliori al mondo tra gli ospiti in studio, ma anche una giuria vip di grandissimo livello. Il Lucio di cui parla è ovviamente Presta, suo compagno di vita. "Terrorizzata? È normale che lo sia, ma ora che sto facendo le prove, che è arrivato il momento di andare in onda, la paura la metto da parte". Di notte ho gli incubi, ho molta paura, una paura irrazionale. In redazione c'è una lavagna con la scaletta del programma. Il programma pagò con lo stop, deciso dall'allora direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall'Orto, la messa in onda di un vademecum sul perché gli uomini italiani preferirebbero le donne dell'est alle connazionali: ne seguirono accuse di sessismo che la conduttrice si trovò a fronteggiare, in quanto volto della trasmissione, anche sui social e per strada. "Poi, passati i primi 5 minuti, mi è tornato l'entusiasmo di sempre e la voglia di fare questo mestiere". "A dispetto di quel che si può credere, sono una persona estremamente semplice, ho mantenuto intatti valori e abitudini...", ha aggiunto, spiegando come abbia iniziato a lavorare a partire da quando era appena una ragazzina, a 16 anni.

Altre Notizie